Scoperto il busto di Nicolò Ferracciu: cerimonia in piazza


CALANGIANUS.Si è come tornati indietro quasi di un secolo nella parte più alta della via centrale del paese dedicata a Nicolò Ferracciu. Il 4 maggio 1892 si celebrò una grande festa con la partecipazione dei sindaci della Gallura e due treni speciali fecero la spola fra Calangianus e Tempio sulla oggi soppressa linea ferroviaria e con la banda musicale di Tempio, per collocare un lapide nel palazzo ove nacque Nicolò Ferracciu (1815-1892), ministro due volte, prima della Marina e poi di Grazia e Giustizia con i governi Depetris. Parlarono il sindaco di Tempio cav. Scano e di Calangianus avv. Martini Columbano e il pretore Tamponi.
Allora le cronache scrissero: 'con la cerimonia di oggi s'è messa la prima pietra dell'edificio ed è sperare che in un tempo non lontano, in questo lembo di terra sorgerà il monumento '.
Questa idea si è concretizzata il 12 maggio 2007: si è scoperto il busto, modellato dalle mani dello scultore Demetrio Mascia, di Oschiri. Il busto del personaggio più illustre della storia del paese è stato sistemato su una colonna al centro di una piazzetta ove prima sorgeva un palazzetto che nell'agosto 2005 venne abbattuto. Ne ha tratto vantaggio la parte più alta della Carrera Longa e soprattutto la nuova area è stata l'occasione per perpetuare la memoria di uno dei figli più illustri di Calangianus.
Il sindaco Antonio Scano ha ringraziato il progettista Tonio Tamponi e la ditta che con celerità ha eseguito i lavori, la EdilRoma di Giulio Masia. Infine ha letto la commemorazione di Ferracciu tenuta dall'on Biancheri, presidente della Camera, davanti ai deputati a Roma il giorno della sua morte.
A fare gli onori di casa la banda musicale 'Michele Columbano" che ha concluso la cerimonia con l'inno nazionale. Alle 19 c'era stata anche l'inaugurazione del restaurato sagrato della parrocchiale, opera della ditta edile Corongiu e degli artigiani del ferro, i fratelli Imperio. Il sindaco Antonio Scano ha voluto che nel sagrato il nastro inaugurale fosse tagliato dal parroco don Giuseppe Inzaina. Quello della piazzetta Ferracciu è stato tagliato dall'ex sindaco Anna Luciano, unico sindaco donna del paese, e discendente del politico risorgimentale. Due cerimonie importanti, in due siti che ora sono stati consegnati alla collettività.

Pietro Zannoni