Torna l'acqua nella zona del Coghinas

VALLEDORIA. L'acqua arriverà già da oggi nei campi agricoli della bassa valle del Coghinas. Lo ha promesso il funzionario responsabile del Consorzio di bonifica a distanza di 20 giorni dal giorno della rottura della condotta del consorzio causata dalla società Abbanoa. Sono rimasti venti giorni all'asciutto i circa 150 ettari di terreno agricolo. Cosi la maggior parte dei terreni coltivati a carciofaie (ma sono state interessate anche colture di ortaggi vari) hanno avuto delle ripercussioni notevoli per quanto accaduto in maniera accidentale.
A causare lo spiacevole inconveniente agli agricoltori della bassa valle del Coghinas è stata la rottura di una condotta centrale da parte di una ditta che eseguiva alcuni lavori di consolidamento delle condotte per conto di Abbanoe. Durante gli scavi è stato stralciato cosi la condotta del consorzio di bonifica che alimenta i vasconi di Valledoria e di Santa Maria Coghinas. Già l'annata non era delle migliori a causa della siccità. L'imponderabile ha anche voluto che si aggiungesse questo episodio, forse evitabile se i lavori fossero stati eseguiti con qualche cautela in più. «I lavori di riparazione hanno avuto questi ritardi - dice il geometra del consorzio di bonifica Mimmo Depperu - perché i giunti che dovevano servire per riparare il danno alla condotta sono dovuti arrivare dalla penisola. Il tempo trascorso è stato eccessivo ma da parte nostra è stato fatto tutto il possibile per venire incontro agli agricoltori. Siamo consapevoli che sono stati già mortificati da una stagione che gli ha provati davvero molti danni».
In effetti è passato davvero troppo tempo dal giorno della rottura della condotta tanto che i due vasconi che servono da deposito in caso di necessità si sono prosciugati.
«Rassicuriamo gli agricoltori - conclude il geometra Depperu - che già da oggi daremmo pressione alle tubature. Ma devo essere sincero, per i primi giorni sono i campi agricoli situati nella parte basse potranno utilizzare l'acqua. Infatti la pressione deve essere data gradualmente alla tubature altrimenti si andrebbe incontro ad altri spiacevoli inconvenienti. (g.f.)