Al via il «Grand Prix Corallo»

ALGHERO.La sesta edizione del Gran galà dello sport e della televisione, «Grand Prix Corallo», si svolgerà tra domani e sabato ad Alghero. E per la prima volta dopo cinque edizioni, oltre allo sport premierà anche i programmi tivù e la fiction sportiva.
Il «Gran Prix Corallo», opera dello scultore Egidio Ambrosetti, artista delle statue ufficiali di Padre Pio, sarà donato, oltre ai migliori atleti nazionali e sardi, a registi e attori delle maggiori fiction sportive di successo. Nel corso della serata sono previsti anche il premio «Vanni Sanna» ed il premio «Fair Play». A sostenere l'evento sono il Comune di Alghero, le istituzioni locali e Rai Trade, con la presenza dell'amministratore delegato, Nicola Cona, che illustrerà, oltre ai risultati conseguiti dall'azienda nel corso dell'ultimo anno, con il forte incremento delle vendite all'estero dei prodotti Rai, anche l'implementazione dei nuovi mercati, fra cui il catalogo «Made in Rai» (quattrocentomila copie diffuse) realizzato con i prodotti che hanno fatto la storia della televisione di Stato, una vetrina completa di grande spessore culturale, curato da Rai Trade, con i programmi, le fiction, i film, gli sceneggiati, i varietà, i documentari, la musica, lo sport, l'animazione e il merchandising delle trasmissioni.
Altro partner importante della manifestazione è Sky. Infatti, nel corso delle serate sarà premiato il direttore di Sky Tg 24, Emilio Carelli, per essere riuscito in poco tempo a far apprezzare il suo telegiornale. Con questo riconoscimento, il Grand Prix va anche al settore sportivo per i servizi realizzati durante i mondiali di calcio in Germania. Premi anche per Fabio Guadagnini, vicedirettore e responsabile delle rubriche sportive, Angelo Carosi (il capo dei registi dei Mondiali Sky),e Flavio Natalia (responsabile comunicazione di prodott) che ritirerà il Grand Prix per Sky Sport.
Sarà presente anche Rai Fiction con due opere di spessore a tema sportivo: «Il Grande Torino», sulla leggendaria squadra granata vittima della tragedia di Superga, e «L'ultimo rigore 2», che invece affronta l'attualissima questione degli scandali che stanno sconvolgendo il mondo del calcio italiano. Fra i premiati anche Gianni Minà, che porterà in visione l'esclusivo reportage sul campione del mondo di pugilato Salvatore Burruni, ed in anteprima il dvd Rai Trade su Diego Armando Maradona.
Riconoscimenti Coni andranno al campione sub Enzo Majorca che, con Vincenzo Incontro, ha realizzato un documentario sul rispetto dell'ambiente marino, all'attrice Debora Caprioglio e all'attore Enzo Decaro (premiato anche per «L'ultimo Rigore 2») per aver realizzato un cortometraggio dal titolo «Blackout» (la storia di un bimbo down confortato dall'amore della sua famiglia), firmato dal regista Paolo Valentini. E ancora al regista Claudio Bonivento per la fiction «Il Grande Torino», al giornalista Igor Righetti, conduttore su Radio Rai1 del «Comunicattivo», a Naike Rivelli giovane attrice, e a Maria Giovanna Elmi. Infine, premi per Victor Carrera, responsabile per l'estero di Tv3 Televisiò de Catalunya, al Fc Barcellona calcio per aver vinto la Liga spagnola e la Champions League, alla fiction sportiva dell'anno, «Amb el 10 all'Esquena», e al suo produttore Jaime Santacana, all'attrice Pepa Lopez. Le serate si terranno all'Hotel Calabona ed all'anfiteatro del palazzo dei congressi Maria Pia, e saranno condotte da Daniele Piombi e da Elisa Costanza, con gli interventi musicali di Alan Sorrenti, del suo gruppo, del cabarettista Claudio Saint Just, della giovane cantante Elisabetta Tulli e del gruppo sardo Chichimeca.