Trentin e Salvagno stelle sarde

SASSARI. Grande attesa e sensazioni positive per l'atletica leggera sarda che si presenta ai tricolori assoluti con buone prospettive. La giovanissima velocista Aurora Salvagno e il plurititolato lunghista Nicola Trentin saranno le punte del movimento sardo per la trasferta tricolore di Torino, dove venerdi e sabato circa mille atleti si sfideranno al Parco Ruffini.
Al pluricampione italiano Nicola Trentin e all'emergente stella dello sprint, già vicecampionessa italiana e unica sarda ai mondiali, Aurora Salvagno, si sommano come attese protagoniste la pluriprimatista isolana del mezzofondo Claudia Pinna, iscritta sia ai 5000 che ai 10000, e la campionessa italiana del giavellotto Zahra Bani, italo somala del Cus Cagliari che proprio a Torino fece il fenomenale lancio a oltre 62 metri.
Ambizioni legittime anche per lo sprinter-rivelazione di Iglesias Carlo Fadda (10"49 di recente a Sassari) e per il campione italiano junior GaVino Dettori (10"59).
Trentin (Fiamme Azzurre-Jolao), quest'anno sempre vicino agli 8 metri (8,12 ventoso a Dakar) deve confrontarsi con il fenomenale Andrew Howe. Per lui podio quasi sicuro ma oltre che della medaglia, e possibilmente del titolo, andrà alla ricerca del minimo per gli Europei come l'algherese Salvagno (Aeronautica-Cus Sassari) iscritta sia ai 100 che ai 200 (ha appena migliorato il personale con 11"72 e 24"46). Ha saltato la stagione invernale per problemi fisici e ora migliora di gara in gara. Per il tricolore dello sprint e per il podio bisognerà fare i conti con lei.
Nella lotta per il titolo dei 1500 e degli 800 mancherà Sara Palmas (Esercito-Cus Cagliari). La pluricampionessa italiana non è in condizioni ficihe ottimali. Il caldo non le ha permesso di allenarsi al meglio, e anzi l'ha debilitata. Un peccato, perché la nuorese quando si tratta di lottare per il successo sa tirare fuori energie e qualità impensabili.
In tema di velocità da tenere d'occhio le prove dei due junior Gavino Dettori (Delogu) e Carlo Fadda (Jolao), Elisabetta Cabras (Amsicora) nei 100, Donatella Faedda (Cus Cagliari) nei 400 e le staffette 4x400 dell'Amsicora e del Cus Sassari. Completano l'elenco dei sardi Elena Meuti (Cus Ca), neoprimatista sarda dell'alto con 1,89 (seconda misura in Italia), Manuela Manca (Amsicora) nei 10000, Gigi Becca e Alberto Contu (Cus Sassari) nei 400 hs e nei 10 Km di marcia, il campione italiano under 23 indoor del triplo Alessio Cubeddu (Capidano), Matteo Pusceddu (FF Gialle), Monica Falchi (FF Oro), Serena Tronnolone (Cus Sassari), il veterano Gianni Puggioni (ora Delogu Nuoro, e reduce da un buon 10"60), Giuseppina Bottero e Erica Barani del Cus Cagliari nella marcia e nei 100 hs, Samuele Petino, Giovanni Foglia, Paolo Odorico e Davide Tomaselli dell'Amsicora nei lanci. Infine nei 400 piani ci sarà anche il sassarese Pietro Usai, che corre per l'Esercito.
Roberto Spezzigu