«Mostreremo a tutti i nostri tesori»


IRGOLI. Bilancio più che positivo per «Manos de Irgoli», la tre giorni alla ricerca delle radici e della storia del paese organizzata dall'associazione culturale Vainas. Ne parla il presidente Pio Luche che, a nome di tutti i componenti esprime soddisfazione per la riuscita delle manifestazione ringraziando innanzitutto coloro che hanno contribuito economicamente alla realizzazione dell'evento.
In primo luogo l'amministrazione comunale di Irgoli con in testa il sindaco Michele Battaccone e poi Giovanni Porcu per l'impegno preso con la Provincia di Nuoro, Santina Sini della Comunità Montana e l'Aspen di Nuoro. L'associazione, oltre al presidente Pio Luche è composta da: Paolo Luche vice, la segretaria, Rosaria Murru e poi, Nina Monne, Susanna Mulas, Francesca Scaramella, Sabrina Mulas, Tore Monne, Francesco Pilurzi, Raffele Chessa, Salvatore Vacca, Giuseppe Murru e Toni Dalu.
Tutti si congratulano con gli espositori che con la loro gentilezza hanno accolto i visitatori. «Ci ha sorpreso positivamente - commenta Pio Luche - la scrupolosità con cui i nostri concittadini hanno preparato ed esposto i loro prodotti e le loro opere artistiche, sa Vainas, appunto (i lavori). Da elogiare il lavoro svolto dalle hostess, una decina di ragazze del paese che avevano il compito non facile di guidare i visitatori e dare tutte le informazioni necessarie per una visita intelligente delle manifestazione. Ancora, congratulazioni all'associazione teatrale Avreschidas, al coro religioso femminile san Nicola diretto dal maestro Peppino Milia e ai cantori di Irgoli diretti da Nino Porcu e ancora, ai tenores Ninu Sale, all'associazione sportiva calcio di Irgoli e al comitato Sant'Antioco Leva 72. C'è la convinzione da parte di tutta l'associazione Vainas che: «è giusto portare a conoscenza, anche al di fuori dal paese le enormi risorse culturali, artistiche ed enogastronomiche». Infine un messaggio: «Chi passa per Irgoli può ammirare i murales del centro storico, il museo archeologico, i siti di Janna 'e Pruna e di su Natante. L'appuntamento è per la prossima edizione, sono già partiti i lavori».

Nino Muggianu