Coppa Italia, grande vittoria dell'Olbia sulla Torres girls

OLBIA.Soltanto per differenza reti a favore della blasonata Torres (A1) l'Olbia calcio femminile (A2) ha perso la qualificazione alla fase successiva della Coppa Italia. All'andata, in Gallura si erano imposte per 3 a 0 le rossoblù sassaresi di mister Pintauro, mentre al ritorno c'è stato il clamoroso successo esterno per 3 a 2 delle «bianche» galluresi di mister Carta. Questo pomeriggio, la positiva avventura in Coppa per l'Olbia Ambrosio La Corte si concluderà con la disputa del derby di ritorno in casa dell'Atletico Oristano (A1), già battuta al Nespoli per 5 a 3.
Resterà come un fiore all'occhiello della società presieduta da Antonella Careddu lo storico successo ottenuto, seppure in Coppa Italia, dalle ragazze olbiesi sul campo della Torres che nelle passate edizioni di questo torneo regionale aveva sempre battuto l'Olbia.
Quel che ha fatto passare per clamorosa la vittoria della squadra di mister Carta a Sassari è che, a parte la differenza di categoria, la pluriscudettata Torres è scesa in campo al gran completo contro un'Olbia che si è schierata a ranghi incompleti per le assenze della Serra, Carrus, Rinner, Guidet, Bruognolo e Mannoni, ma che ha schierato due ex di lusso, la spagnola Angeles Parejo e la «nazionale» Damiana Deiana, star calcistica di Latte Dolce. E' stata proprio la Parejo a sbloccare al 1' il risultato, poco dopo imitata dalla Balestri. Un uno-due che ha tramortito le rossoblù torresine, salvate anche da alcune decisive parate della Bassano su tiri della Deiana e della Parejo. Le più volte campionesse d'Italia sono apparse annichilite dalla praticità del gioco attuato dalle olbiesi. Solo nella ripresa c'è stata una veemente e orgogliosa reazione della Torres. Pedersen, Ricco e Guarino hanno trovato però l'opposizione dell'esordiente portiere in maglia bianca Ranzani, che è capitalata soltanto a dieci minuti dalla fine su tiri delle nazionali Tona e Guarino, che hanno momentaneamente riportato in parità la gara. Ma, nonostante l'incitamento del pubblico sassarese, l'Olbia non si è deconcentrata e Mara Campus, su assist della Miranda, ha replicato con un gran terzo gol che ha affondato la corazzata Torres. Vittoria storica quanto meritata, ma anche di grande effetto morale per l'Olbia calcio femminile che cercherà, alla ripresa del campionato di A2, di battere in casa l'Alessandria e risalire la classifica che la vede posizionata al centro della graduatoria.
G.Canu