Senza Titolo


ATALANTA - TORRES:1 - 4
ATALANTA:Gritti, Zizioli, Ronsivalle (dal 25' pt Natali), Ravasio, Rota, Arcerito (dal 18' st Gaini), Ramera, Dudine (dal 33' pt Busi), Mangili, Scarpellini, Riboldi.
TORRES:Bassano, Tona, Cortesi, Lay (dal 44' st Sotgiu), Ceroni, Sardu (dal 27' Gabrieli), Placchi, Valenti, Marchio, Pintus, Pedersen.
ARBITRO:Di Giuseppe di Merano.
RETI:pt 5' e 15' Pedersen, st 12' Valenti, 26' Ceroni, 45' Riboldi.
NOTE:Espulse nel st al 27' Bassano e al 28' Zizioli.
DUE lampi della ritrovata Pedersen nei primi minuti illuminano la trasferta sassarese sul campo della matricola Atalanta e arriva la prima vittoria, ampia e convincente. La Torres mantiene le promesse e riscatta cosi l'incolore pareggio della prima giornata, mostrandosi più sicura e incisiva in attacco, nonostante la perdurante assenza di Conti. Il colpo di testa della danese dopo 5' sull'assist di Iside Lay, padrona della fascia destra con le sue innumerevoli progressioni, sblocca il risultato e regala entusiasmo alla squadra di Pintauro, che al 15' raddoppia e ipoteca il successo ancora con Pedersen (davvero ispirata ieri), lesta a deviare in rete il traversone basso di Placchi, signora della corsia sinistra.
Proprio le incursioni delle due esterne (mai contrastate efficacemente dalle padrone di casa) hanno fatto la differenza in un primo tempo di marca rossoblù, con rari sprazzi di gioco atalantini che al 23' portano Mangili vicina al gol. L'intervento di pugno di Bassano spazza via le speranze nerazzurre di riaprire la gara e nella ripresa la Torres va ancora a segno, al 12' con Valenti che batte Gritti sotto misura sul cross della giovane Sardu e al 26' con la conclusione al volo dalla distanza di Ceroni, bergamasca con maglia e cuore rossoblù.
Sull'appagante 4-0 le sassaresi si rilassano e regalano spazio e opportunità di avanzare alle atalantine, che creano subito grossi guai: Bassano atterra fuori area Mangili lanciata a rete e si becca un 'rosso" pesante, lasciando il posto tra i pali alla Gabrieli che allo scadere subisce il gol della Riboldi. Un'espulsione anche per la squadra di casa, che poco dopo la cacciata del portiere torresino perde per doppia ammonizione il difensore Zizioli. Nel finale esordio per la sedicenne sassarese Veronica Sotgiu, promessa del calcio isolano.
Sandra Usai