Addio a Silverio Rocco, medico e uomo straordinario

SANTA TERESA.Un medico alla vecchia maniera, dal sapere enciclopedico e dalle grandissime qualità morali. Silverio Rocco, una delle figure più note e apprezzate del paese, si è spento all'età di 95 anni.
Ponzese di nascita ma teresino d'azione, il dottor Rocco era nato il 13 luglio del 1909 da una famiglia benestante e dopo aver svolto un brillante corso di studi nella Facoltà di Medicina di Napoli aveva conseguito la laurea quando era ancora giovanissimo.
Dopo un breve tirocinio in ospedale, a metà degli anni ‘30 era stato inviato per la prima volta come medico condotto in Sardegna a Villanovatulo, dove si era sposato una prima volta. Rimasto vedovo precocemente, negli anni ‘40 era stato richiamato in guerra come ufficiale medico e in seguito aveva prestato servizio a Tonara. Qui aveva conosciuto e sposato Michelina Sau, una giovanissima vedova di un soldato sposato per procura e morto in Russia.
A partire dagli anni ‘50 Silverio Rocco, insieme alla moglie, compagna di tutta la vita, aveva deciso di trasferirsi a Santa Teresa dove ha esercitato la professione fino a una decina di anni fa. Medico di grande preparazione scientifica ma anche uomo di grande cultura, Rocco era conosciuto e apprezzato anche per le qualità di studioso e di brillante conversatore.
Molto lucido fino alla fine, non ha mai smesso di coltivare le sue passioni più grandi, come l'astronomia, la fisica, le scienze matematiche.
Alla cerimonia funebre insieme alle figlie, i nipoti e i parenti più stretti, erano presenti diverse generazioni di pazienti commossi.
Persone che, per tanti anni, hanno potuto contare su un punto di riferimento, umano e professionale, di straordinario spessore.
Giulia Bardanzellu