Tona-gol trascina la Torres a Milano


MILAN - TORRES:0 - 4
MILAN:Di Bernardo, Celentano, Piolanti, Bruscaini, Ghinazzi, Quitadamo, Ulivi, Volpi, Zambetta (dal 40' pt Laddaga, dal 26' st Casali), Bernardi (dal 13' Cama), Croce.
TORRES:Forlucci, Tona, Cortesi, Domenichetti (dal 37' st Soro), Ceroni, Masia (dal 32' Sardu), Placchi, Conti, Gazzoli, Pintus (dal 24' st Valenti), Pedersen.
ARBITRO:Colongo di Modena.
RETI:20' pt Pedersen, st 5', 7' e 42' Tona.
MILANO.Una bella Torres, una grandissima Tona, un risultato che parla chiaro. La trasferta milanese restituisce al campionato una squadra sassarese in gran spolvero.
Che mette im mostra il suo ricco repertorio tecnico e con un assetto tattico più equilibrato (centrocampo folto e puntuale in fase d'interdizione ma anche continuo nel sostegno alle due punte) annichilisce l'avversario fin dalle prime trame di una gara dal finale scontato.
Le rossonere di casa si difendono come possono, tentando la sorpresa in contropiede con Zambetta in avvio, ma Forlucci respinge la blanda minaccia e le rossoblù hanno gioco facile nel gestire la manovra, con la spinta garantita sulle corsie esterne da Domenichetti e la rientrante Masia. Sbloccare il risultato è solo questione di minuti, e dopo i tentativi di Gazzoli, Conti e Pedersen, è la danese a centrare il bersaglio al 20': sul taglio di Conti stoppa il pallone, dribbla il diretto avversario e spara il diagonale che vale il vantaggio sassarese. E' solo traversa per Gazzoli al 23' sull'assist di Masia, poi Conti e ancora Gazzoli sfiorano il raddoppio in un primo tempo piacevole.
Nella ripresa sale alla ribalta la giovane Elisabetta Tona, implacabile difensore che si trasforma in irresistibile bomber per festeggiare sul campo come meglio non potrebbe il suo 21º compleanno, 'istigata" al gol da una Pamela Conti altrettanto efficace nell'ultimo passaggio. Al 5' batte di sinistro da distanza ravvicinata il disarmato portiere Di Bernardo, sugli sviluppi di un corner battuto da Conti con rifinitura finale di Domenichetti. Due minuti dopo svetta a correggere in rete il traversone dalla bandierina di Conti e al 42' sfoggia una perfetta scelta di tempo e uno stacco imperioso per il tris personale e il poker rossoblù, ancora su angolo della siciliana. La festa è completa, Tona la divide con Masia (che compie 28 anni nello stesso giorno) e la dedica a Rita Guarino, la grande assente.
Sandra Usai