La Torres non si ferma più, Oristano si


TAVAGNACCO - TORRES:0 - 3
TAVAGNACCO: Magnani, Donà, Martinelli, Simonato, Simeoni (29' st Piva), Bologna (39' st M. Josè), Tagliacarne (22' st Tommasella), Di Filippo, Bucovaz, Minisini, Delli Zotti.
TORRES:Forlucci, Tona, Cortesi, Masia (82' Rassu), Ceroni, Gazzoli (75' Valenti), Placchi, Conti, Guarino, Domenichetti, Pedersen.
ARBITRO: Gasparini di Vicenza.
RETI: pt 26' Guarino, st 18' e 35' Pedersen.
TAVAGNACCO.La Torres cerca e trova sull'ostico campo friulano la cinquina di vittorie di fila, che la confermano al 2º posto di una classifica guidata sempre dal Torino.
L'ultima trasferta dell'anno si chiude con tre reti e un'altra buona prova per la lanciata squadra sassarese.
Sbloccato il risultato con Guarino al 26' e ridimensionato l'avversario, le rossoblù spengono ogni speranza di rimonta del Tavagnacco nella parte iniziale della ripresa, andando a segno con Pedersen al 18'. La danese arrotonda il punteggio nel finale, ma a quel punto la partita è già diventata una formalità.
Che non sia gara semplice si capisce dalle prime battute e quando al 15' Bologna sugli sviluppi di un corner colpisce il palo. Le torresine serrano le fila e iniziano a imbastire efficaci manovre offensive con Conti e Guarino. E per la pur massiccia difesa di casa sono guai. L'attaccante va a segno con un'imparabile botta di destro al 26', su Conti al 35' salva il portiere e al 42' Pedersen di testa sfiora il palo. Il Tavagnacco non riesce più a replicare e per la Torres la gara si trasforma in monologo, recitato con maestria ancora da Conti, che al 13' del secondo tempo spedisce il pallone all'incrocio dei pali, e da Guarino, che al 18' invita Pedersen al raddoppio da distanza ravvicinata. E sempre Guarino ispira il 3-0, il tiro di Conti è respinto da Magnani ma Pedersen è lesta a ribattere a rete.
Sandra Usai