Una Torres spietata fa suo il derby


TORRES - ATLETICO ORISTANO:4 - 1
TORRES:Forlucci, Cortesi, Tona, Domenichetti, Ceroni, Gazzoli, Placchi (dal 24' st Carboni), Conti (dal 21' st Carrus), Guarino (dal 46' st Valenti), Pintus, Pedersen. All. Gigi Casu.
ATLETICO ORISTANO:Marchitelli, Pontil (dal 24' st Fusciani), Gozzi Mar. (dal 1'st Serra K.), Marchio, D'Astolfo, Valetto, Serra D., Deiana, Colasuonno (dal 41' st Marras), Gozzi Mad., Parejo. All. Silvetti.
ARBITRO:Marrazzo di Tivoli.
RETI:pt 3' Guarino, 35' Pedersen, st 17' e 32' (rig.) Pintus, 27' Parejo.
NOTE:Spettatori 200. Angoli 5-3 per l'Oristano. Ammonite Placchi, Conti, Marchio, Valetto, Marchitelli e Ceroni.
PORTO TORRES.Il punteggio promuove largamente la Torres, ma il derby non tradisce i suoi valori: sul pesantissimo campo turritano l'Atletico non offre il fianco alle avversarie, mostrandosi combattivo e determinato a strappare un risultato importante.
In un clima agonistico a tratti esasperato e testimoniato dall'alto numero di cartellini gialli dispensati dall'incerto arbitro laziale, le due squadre si sono affrontate con piglio sicuro, benchè penalizzate dal terreno di gioco che ha mortificato la qualità tecnica e costretto a soluzioni poco spettacolari (lanci lunghi che hanno finito per esaltare le due difese) e a faticose manovre. La Torres doveva vincere, per colmare il deficit in classifica, le oristanesi volevano i tre punti per dimostrare con forza di non essere inferiori alla squadra rossoblù.
Con queste premesse la partita prometteva 'battaglia" e gol, e non ha deluso le attese, registrando il vantaggio sassarese dopo appena 3'. L'azione vede in gran spolvero il tridente d'attacco, Gazzoli smista a sinistra per Pedersen e la danese invita alla conclusione vincente sul lato opposto l'accorrente Guarino, complicando il pomeriggio della squadra di Silvetti e rendendo più agevole il compito delle ragazze di casa. Tra una protesta e l'altra per le discutibili decisioni del direttore di gara (che hanno finito per innervosire entrambe le squadre), si arriva ai due episodi che decidono il futuro della gara: al 34' Parejo, liberata al tiro da un maldestro rinvio della difesa sassarese, manca il bersaglio e un minuto dopo la Torres raddoppia con Pedersen, servita con precisione dalla sgusciante Guarino.
Colpito ma non piegato, l'Oristano ci prova al 38' con Deiana ma rischia grosso poco dopo sulla punizione di Tona che scheggia la traversa. Nella ripresa aumenta la pressione biancoblù, ma è sempre la Torres a rendersi più pericolosa. Al 13' Marchitelli è brava a respingere di piede il diagonale di Guarino, ma al 17' sul calcio piazzato di Ceroni non può opporsi alla girata al volo di Pintus, che fissa il risultato sul 3-0. Gara finita? Non quando in campo ci sono due grandi squadre, cosi l'Atletico accorcia al 27' con l'ex rossoblù Parejo (facile appoggio in rete sul tiro dell'altra ex Colasuonno), ma il rigore battuto al 32' da Pintus e guadagnato da Guarino, atterrata dal portiere in uscita, ristabilisce le distanze nel punteggio e consente alla Torres di annullarle in classifica, perchè questa vittoria significa aggancio al secondo posto.
Sandra Usai