La Torres mette l'Europa in discesa


TORRES - WROCLAW:5 - 0
TORRES:Forlucci, Tona, Carrus, Cortesi, Ceroni,
Domenichetti dal 38' st Zonza), Placchi, Conti, Guarino, Gazzoli (41' Carboni), Pedersen. A disp Winkler, Glino, Pintus, Uras. All. Casu.
WROCLAW:Siwinska, Mleczko, Bialasek, Nazarczyk, Stochaj, Pawlak (dal 14' st Okrasa), Maciaszcyk, Zyla, Pozerska (dal 37' pt Janiskek), Otrebska, Tarczynska (dal 22' st Gibek). A disp: Hohfeld, Manczynska, Koscielak, Wertepna. All. Basiuk.
ARBITRO:Skogvang (Norvegia).
RETI:pt 20' Gazzoli, 24' Pedersen, 22' st Tona, 28' Pedersen, 30' Gazzoli.
NOTE:Angoli 4-2 per la Torres. Ammonite: Ceroni, Stochaj.
POTSDAM.Le note vivaci e orgogliosamente sarde di 'Dimonios" rallegrano lo stadio tedesco che ha ospitato l'esordio vincente della Torres nella Women's Cup, il torneo Uefa di maggior prestigio che in questo secondo turno mette in palio la qualificazione per le prime due del girone. Vittoria netta, indiscutibile nel punteggio e nei modi di 'maturazione", che regala fiducia e consolida ambizioni.
L'avvio non è però dei migliori per una Torres contratta, irretita forse dall'emozione o dalla prestanza fisica delle bionde avversarie che fino al quarto d'ora mettono in mostra una valida organizzazione di gioco, mentre le sassaresi faticano a distendersi in avanti e finiscono puntuali nel trappolone del fuorigioco.
Le sassaresi presentano la bomber Gazzoli arretrata sulla linea del centrocampo, ma è proprio suo al 20' il lampo che illumina la serata del debutto europeo: Ceroni la sollecita con un lungo lancio, lei risponde con un pallonetto che mortifica l'uscita di Siwinska e significa vantaggio. Il gol libera da ogni inibizione la Torres, che si riscopre sicura e prosegue sulla strada dello spettacolo, firmando subito il raddoppio con Pedersen, che corregge in rete di testa l'invitante cross di Carrus, e mette in mostra il meglio del suo repertorio offensivo. Manovra ad ampio respiro e diverse occasioni per segnare il terzo gol (fallite da Pedersen e Guarino, ma brava nelle uscite il portiere polacco), con il Wroclaw confuso e quasi mai pericoloso, accompagnano la squadra rossoblù verso il finale di tempo.
La squadra di Basiuk comunque ci crede e ci prova nella ripresa, prestando inevitabilmente il fianco al contrattacco torresino. Al 22' sull'angolo di Guarino è Tona a svettare nell'affollata area del Wroclaw, mettendo al sicuro il successo. E dopo un intervento dal sapore di miracolo di Forlucci, che al 27' sventa sulla battuta ravvicinata di Gibek, s'invola a ripetizione il trio delle meraviglie Guarino-Gazzoli- Pedersen. Cosi la Torres in pochi secondi fa la cinquina: la danese irride l'alta difesa polacca al 28' insaccando per la quarta volta e Gazzoli arrotonda poco dopo, su iniziativa ancora di Pedersen. Finisce tra gli applausi e dietro l'angolo (domani) c'è già il Montpellier, ieri sconfitto per 6-0 dalle padrone di casa del Potsdam.
Sandra Usai