La «Sassari» celebra il suo eroe Podda

CAGLIARI.Il 151º Reggimento della Brigata Sassari ha ricordato a Loceri un altro dei suoi eroi della Grande Guerra, il sergente maggiore Ferdinando Podda, decorato con la medaglia d'oro al valor militare per i fatti d'arme del 10 giugno 1917 a Monte Zebio. La commemorazione dell'eroe è avvenuta durante una cerimonia militare presieduta dal comandante del 151/o, il colonnello Angelo Mura, alla presenza del sindaco di Loceri, Carlo Balloi, del vescovo di Lanusei Antioco Piseddu e di otto nipoti dell'eroe.
Davanti al monumento ai caduti è stato schierato un picchetto d'onore con la Banda della Brigata Sassari che ha eseguito musiche d' ordinanza e l'inno 'Dimonios" che è stato cantato anche dalle scolaresche e dal pubblico.
Il sergente maggiore Podda, ha ricordato il colonnello Mura durante una breve allocuzione, cadde a Monte Zebio dopo un accanito combattimento per la conquista di una trincea nemica alla testa del suo plotone. Ferito alla testa mentre con pochi compagni tentava di catturare un gruppo di nemici, continuò a combattere incitando i suoi uomini. Ferito una seconda volta alla gamba, dopo essersi fatto medicare tornò al suo posto per contribuire a respingere gli attacchi avversari. Ferito un'altra volta, Podda mori restando ancora alla testa del suo plotone.