Una chicca sotto la grandine


TORRES - FORONI:1 - 1
TORRES: Brunozzi, Tona, Carrus (dal 16' st Valenti), Ceroni, Domenichetti, Placchi, Masia, Guarino, Conti (dal 23' Colasuonno), Pedersen. A disp. Winkler, Grassi, Carboni, Pintus. All. Arca.
FORONI: Comin, Perelli, Turra, Tavalazzi, Pontil, Placchi, Tagliacarne, Brumana (dal 6' st Gozzi Mar.), Camporese, Gozzi Mad., Gazzoli (dal 43' st Gardoni).
ARBITRO: Del Giovane di Albano Laziale.
RETI: 16' pt Gazzoli, 45' st Pedersen.
NOTE: Terreno in pessime condizioni e grandinate frequenti. Spettatori 200. Angoli 7-5 per la Torres. Ammonite Glino, Brumana e Gazzoli. Espulsa al 27' del st Moira Placchi per un brutto fallo su Tona.
SASSARI.Il gran cuore rossoblù riscalda il finale di una partitissima penalizzata da un campo al limite della praticabilità e da furiose grandinate, che hanno imbiancato il terreno senza stemperare la voglia della Torres di sgambettare la super capolista.
Tanta generosità è premiata dal gol di Pedersen, che al 90' regala il pareggio e spezza l'infinita striscia vincente della forte squadra ospite.
Il match-clou della A femminile non si è giocato nelle condizioni ideali per esaltare lo spessore tecnico della leader del campionato e della sua vice sarda, ma il Foroni è comunque riuscito a dare un saggio di compattezza.
Un primo tempo difficile per la squadra sassarese, con le veronesi in vantaggio al 16' col tocco di Gazzoli, pronta a chiudere l'azione condotta sull'out destro dalla sgusciante Tagliacarne.
L'occasione per pareggiare è sciupata da Guarino al 23', e non fanno meglio Pedersen e Masia al 40', indecise sotto porta sul traversone di Colasuonno (subentrata a Conti per vivacizzare la smorta manovra rossoblù), su una delle rare sbandate della difesa veneta. Il Foroni non è squadra che si accontenta di un solo gol, cosi la Torres non può spingere in forze per non rischiare il raddoppio ma al 72' l'espulsione di Moira Placchi costringe all'inferiorità la capolista, che arretra e invita al forcing le sassaresi, poco lucide e stremate dalla fatica ma determinate a non cedere la vittoria per il terzo anno di fila alle rivali. I tentativi da fuori di Colasuonno non hanno esito felice, Guarino reclama un paio di rigori e con il tempo che scorre aumenta la pressione ma anche il timore di non farcela. A ridare entusiasmo, proprio alla scadere, è Pedersen che lanciata dall'instancabile Domenichetti infila Comin e col pareggio incoraggia la Torres nella disperata corsa al successo. Le occasioni ci sono ma non la precisione e si chiude con un pari che, considerate le difficoltà, può accontentare. Le recriminazioni stavolta sono tutte per il tempo inclemente, che una simile sfida non meritava.
Sandra Usai