Le ragazze rossoblù con la Pedersen e tante altre novità

SASSARI.Sudore e ambizione per la Torres femminile che oggi torna al lavoro, per preparare una stagione ricca di incognite ma anche di speranze. È un gruppo rinnovato e ringiovanito quello che si ritrova agli ordini del confermato tecnico Arca, a correre nella pineta di Platamona al mattino e a riprendere confidenza con il pallone nel pomeriggio, sul campo dell'Estudiantes. Una delle tante novità della squadra rossoblù riguarda proprio l'impianto che ospiterà gli allenamenti, non più il terreno di Bancali ma il più invitante rettangolo erboso di San Giovanni.
All'appuntamento che segna il via alla prossima avventura torresina tante nuove presenze, ma anche assenze di spicco. Tra le benvenute nel gruppo sassarese le due nazionali under 19 Elisabetta Tona e Giulia Domenichetti, rispettivamente difensore ed esterno di centrocampo provenienti da Fiamma Monza e Vigor Senigallia. Con loro un'altra baby che potrebbe fare strada, l'attaccante Martina Lenzu rientrata dal prestito all'Oristano.
E su tutte la trentenne stella danese Merete Pedersen, la punta che avrà il non facile compito di sostituire in prima linea la bomber Parejo, che ha salutato la Torres dopo 13 esaltanti stagioni. Sull'esperienza e sui gol della Pedersen si fondano le speranze di volare alto della squadra sassarese, a caccia di entusiasmo e nuovi equilibri tattici dopo il deludente finale della scorsa stagione.
Se i volti nuovi catalizzano l'attenzione, sono le assenze a fare... rumore. Detto del clamoroso addio della spagnola, simbolo della Torres vincente degli ultimi anni, vanno sottolineate anche le partenze delle centrocampiste Elisa Deiana e Tiziana Vampo: per tutte destinazione Oristano. Non indosserà più i guanti invece Elisa Forlucci. Il bravo portiere toscano a 23 anni ha deciso di smettere col calcio. Una scelta difficile e dolorosa che hanno fatto anche le centrocampiste Francesca Meloni e Maria Grazia Ruiu.
Il campionato di serie A femminile parte il 13 settembre, la Torres ha davanti un mese di lavoro e un obiettivo: ripetere i risultati dell'ultima stagione (terzo posto in campionato e finale di Coppa Italia), contro una concorrenza sempre più numerosa e agguerrita. E considerando la rivoluzione subita dalla squadra sarebbe un bel traguardo.
Sandra Usai