Trentin, al mondiale da protagonista

SASSARI. Un solo sardo e non poteva che essere lui, Nicola Trentin. Sarà infatti l'iglesiente, fresco campione italiano di salto in lungo, ha rappresentare l'atletica sarda ai campionati mondiali di Parigi. Trentin, che parteciperà ovviamente alla gara di salto in lungo, arriva alla rassegna iridata accreditato di misure importanti, costantemente oltre gli otto metri
Anche se la partecipazione ai campionati del mondo è limitata al solo Nicola Trentin, l'atletica sarda sta comunque attraversando un buon momento a livello di vertice. E' significativo il bel risultato ottenuto da Sara Palmas ritornata al successo e al titolo tricolore dopo i travagli fisici, cosi come è confortante la crescita di Aurora Salvagno, la velocista del Cus Sassari, che ha pertecipato a Parigi al Festival della Gioventù Europea (le ex Gymnasiadi), un vero e proprio campionato europeo under 17.
La Salvagno ha gareggiato nei 200 metri e nella staffetta 4x100 nazionale. Dopo i campionati mondiali canadesi di inizio luglio, un ulteriore impegno ai massimi livelli per la velocista algherese che è riuscita a migliorare i suoi personali sulla distanza per ben due volte. La Freccia della Riviera del Corallo ha realizzato la sua miglior prestazione personale sul mezzo giro di pista in batteria fermando i cronometri su 24"86. Dopo poco tempo l'allieva di Marco Ciccarella si è ripetuta in semifinale abbassando il proprio limite a 24"85 e centrando l'entrata in finale.
Nella finale, affaticata dalle due precedenti prove corse al limite dei propri mezzi, la velocista isolana riusciva a ottenere un ulteriore ottimo 24"85 e il settimo posto.
Per la Salvagno, che aveva iniziato la stagione con le indoor andando a prendersi anche il titolo italiano giovanile sui 60, poi c'è stato anche l'impegno con la 4x100 azzurra di categoria. Assieme a Claudia Pacini, Veronica Borsi e Tania Vincenzino il quartetto sul giro aveva fatto segnare con 47"01 il miglior tempo nelle batterie ma poi nelle finali ha pagato dazio ad un cambio mal riuscito chiudendo con 47"40 al sesto posto. Ora per la sprinter algherese e per il suo tecnico Ciccarella ci sarà un breve periodo di riposo e poi si riprenderà con in vista gli importanti appuntamenti di settembre dei campionati italiani di categoria e il meeting Terra Sarda di Oristano.
R. Sp.