Olbia Expo, gran debutto ad aprile Convegno internazionale sul recupero delle zone portuali


OLBIA. "Olbia Expo" debutta il 3 aprile con un grosso convegno internazionale. «I waterfront delle isole», con relatori provenienti anche dall'estero, inaugurerà tra meno di un mese quello che gli olbiesi conoscevano come l'ex albergo Italia di via Porto Romano. L'acquisto dai privati e la trasformazione in struttura pubblica sono una scelta della prima amministrazione Nizzi che, scatenando polemiche a non finire, ha investito nell'operazione tre milioni e mezzo di euro, oltre 6,5 vecchi miliardi di lire, cinque dei quali presi dai fondi regionali destinati all'occupazione e il resto dal piano Interreg dell'Unione Europea. L'incontro internazionale si terrà il 3 e il 4 aprile. Il tema è il recupero urbanistico e la promozione a fini turistici del "fronte sull'acqua" delle città portuali di piccole e medie dimensioni. Per Olbia, l'argomento è di stretta attualità. Va inevitabilmente a toccare questioni, spesso controverse, come la riqualificazione del porto vecchio, il porto turistico, la strada a quattro corsie sul tracciato del tunnel tra mare e centro storico, senza dimenticare l'ultima infuocata questione dei depositi costieri di carburante. Il comune promuove il convegno insieme al Centro internazionale città dell'acqua e a Rete 2001. Nell'elenco dei patrocinatori ci sono la presidenza del Consiglio dei ministri, i ministeri dell'Interno e dei Trasporti, la Regione, l'Assoindustriali di Sassari. Contribuiscono il Consorzio industriale, la Sinergest e la Camera di commercio di Sassari. Per l'apertura il sindaco Settimo Nizzi si è assicurato la presenza del ministro dell'Interno Beppe Pisanu. A presentare la città e il suo porto ai convegnisti sarà un video di Marella Giovannelli. Il tema del convegno verrà sviluppato attraverso tre sessioni e due tavole rotonde. Questi i singoli argomenti: «La riqualificazione dei waterfront urbani e portuali: aspetti di un percorso internazionale (da ovest a est)», «Sviluppo urbano e crescita portuale», «Il waterfront occasione strategica per le isole», «Isole e crociere». Ne parleranno docenti universitari, architetti, urbanisti, economisti e rappresentanti istituzionali e di autorità portuali che arriveranno da Boston, Venezia, Lisbona, Barcellona, Seoul, Southampton, Baleari, Genova, Ancona ecc. La tavola rotonda finale è quella che probabilmente accenderà di più le passioni cittadine. Dai temi internazionali, infatti, si passerà a quello locale. Titolo: «Il nuovo waterfront di Olbia». Coordinerà Vanni Maciocco, dell'Università di Sassari. Tra gli altri, sono invitati al dibattito l'amministratore delegato di Meridiana Gianni Sebastiani, il direttore generale del Banco di Sardegna Natalino Oggiano, il presidente della Confidustria provinciale Stefano Poddighe e il presidente della Confcommercio provinciale Gavino Sini.