ARCHIVIO la Nuova Sardegna dal 1999

Nel 1815 difese l'isola dagli assalti barbareschi Sant'Antioco, una targa in ricordo dell'eroe Efisio Melis Alagna


SANT'ANTIOCO. In occasionede Sa die de sa Sardignail consiglio comunaleverr? riunito in seduta solenne,insieme al costituendoconsiglio comunale deiragazzi, per la posa di unalapide nel forte Su Pisu chericordi il sacrificio, avvenutonel 1815, di Efisio MelisAlagna in difesa del paese.Alla seduta parteciper? anchela banda musicale chedovrebbe nell'occasione suonarel'inno sardo "Su patriotusardu a sos feudatarios".Questa ? la prima decisionepresa dalla Consulta per lalingua sarda che si ? riunitanei giorni scorsi, presiedutadall'assessore alla CulturaMariano Gala che ne avevacaldeggiato l'istituzione. Ifatti che riguardano MelisAlagna e la citt? di Sant'Antiocoavvennero il 16 ottobredel 1815, nell'ultima incursionebarbaresca sullecoste sarde che cost?, oltrealla vita dell'eroico comandantemilitare dell'isola e di12 suoi commilitoni, la riduzionein schiavit? di 158 abitantipoi riscattati. I barbareschi,per eludere la sorveglianzadel forte di SantaCristina, nei pressi del ponte,sbarcarono a Is Pruinised accerchiarono l'abitatopassando da Su Mori e Maccioni(attualmente via Matteotti)riuscendo cos? a sorprenderela cittadina e persinoi difensori del forte Su Pisu.Gli assalitori erano pi?di mille e venivano dalle costedel Nord Africa, Tunisiaed Algeria. Solo in seguito aquesti tragici fatti la flottainglese, in virt? delle inteseraggiunte al congresso diVienna, nel quale venne stipulatoun trattato che proibivala tratta degli schiavi,giunse a cannoneggiare lepiazzeforti africane costringendola marineria musulmanaa firmare un trattatodi pace. Il corpo di MelisAlagna, in riconoscimentodel suo valore, venne sepoltoall'interno della chiesaparrocchiale di Sant'Antioco,ma in paese manca unatestimonianza di questi fatti.Un particolare curioso,per costruire il forte, costruitocol contributo dei cittadinidi Sant'Antioco, nelquale mor?, l'eroe non esit?a requisire un carro di calceal parroco che se ne lament?con il vescovo. Si ? decisoquindi, di murare una targabilingue in ricordo. Questo? solo il primo atto del programmadella Consulta chesi ? data una commissioneristretta, formata da MarcoMassa e da Sergio Cossuper la stesura di un primolotto di iniziative che valorizzinoil patrimonio culturalelocale.(c.f.)