Domani in onda su Raiuno il contestato film di Dino Risi «Le ragazze di Miss Italia» Mirigliani: «Mi dissocio, è tutto inventato»


ROMA. Va in onda domani su Raiuno il film di Dino Risi «Le Ragazze di Miss Italia», ma gli organizzatori del concorso, con il patron Enzo Mirigliani in prima fila, si dissociano e si riservano, in una nota diffusa oggi, «ogni ragione e azione loro competente». In particolare, si precisa nella nota, «l' utilizzo del logo-marchio Miss Italia in qualsivoglia associazione con il film deve ritenersi illegittimo e la stessa diffusione del film avviene senza alcun assenso ma anzi contro la volontà degli organizzatori del concorso». Nel film sarebbero infatti presenti alcune scene che danno un'immagine fuorviante al concorso. Come sottolinea lo stesso Merigliani «le vicende e le situazioni immorali rappresentate nel film sono frutto di pura invenzione, non hanno mai trovato il minimo riscontro nella realtà effettiva del Concorso Miss Italia durante tutti gli oltre sessant'anni della sua storia, sono sempre rimaste, nel quadro di tale realtà, semplicemente inconcepibili». Per concludere Mirigliani denuncia «la messa in onda del film a soli cinque giorni dalla Finale di Miss Italia 2002 come spregiudicato tentativo di sfruttare l' onda del successo del Concorso».