Grandi arrivi Calangianus, Goveani è scatenato


CALANGIANUS. L'acquisto della punta Simone Stocchino (81), proveniente dal Quartu e l'annuncio del rinnovo della metà della intelaiatura che ha vinto l'anno scorso to, con l'acquisto di un discreto numero di giocatori provenienti dalla C2: sono queste le dimostrazioni che il notaio Roberto Goveani vuol far fare il grande salto al Calangianus. Con una professionalità ed una disponibilità di mezzi che sinora, nella pur quasi centenaria storia della società non si era mai vista, il patron punta alto. Calangianus sportiva deve sapere che in queste settimane molte società hanno premuto perché il notaio sposasse altri blasoni. Si è invece innamorato del giallorosso. «A Pula quando mi sono girato verso la tribuna _ dice _ mi sono commosso nel veder tanti nostri tifosi. E con il calcio come sta andando con un po' di programmazione, chissà che il Calangianus non voli davvero in alto». I tifosi stravedono per lui e lui incalza: «Voglio vincere il campionato e salire in serie C. La campagna acquisti è già chiusa. Fra qualche giorno ci sarà nella penisola la firma di giocatori importanti». Partiamo dalle conferme In porta Pier Paolo Garau ('83) sarà affiancato da un pari età che arriva dal Napoli o dalla Juve. Confermato in primis Renato Marini che per Goveani è il simbolo della squadra. Del fantasista dice «Finchè resto io, sarà con noi. Ho avuto modo di apprezzarlo anche come uomo». Altre conferme: il centrale Simone Marini (1972), il difensore Antonio Palmieri ('78). il centrocampista Nicola Ruggieri (1977) l'incontrista Antonio Gatto ('70) il terzino Aldo Gardini ('68), le punte Gennaro Troianello e Hans Sibi ('84), ragazzo di colore, francese, che per un anno Goveani ha ospitato in attesa delle carte federali, il terzino destro Fabio Sorrentino ('82). E gli altri giocatori? Gli apprezzati Vistosu, Ciarolu,Mannu, Costella... «Fosse per me li terrei tutta la vita _ dice Goveani _ ma ho un pallino: vincere il campionato. Abbiamo così puntato su altre scelte e l'affetto per loro non deve farmi fare errori di valutazione. Voglio gente che possa farci salire». Ecco altre precisazioni. «La rosa sarà di 24 giocatori. E per ogni ruolo avremo due scelte. In difesa arriveranno due nuovi centrali. A centrocampo sti un giocatore di qualità e l'altro di quantità, in competizione con Ruggeri e Gatto. Davanti con Stocchino arriverà anche una punta dalla serie C ed un tornante di destra che può fare la seconda punta. Per la fascia destra e sinistra, un terzino destro dell'84 ed un esterno sinistro dell'83». Uno sguardo anche al settore giovanile. Si sono presi validissimi '85 e '86 sardi per una juniores completata da un bel gruppo di ragazzi locali e quei D'alessandro, Cacavallo e Lenzi già accolti alla grande l'anno scorso. Novità anche nei rapporti con squadre rinomate La Juve darà un ragazzo sardo del l'85 ed un portiere, mentre con il Caglairi ci sarà un'amichevole con la Primavera nel ritiro di Pattada (si inizia il 29 c.m.) e poi durante l' anno amichevole al Signora Chiara.. A livello dirigenziale nuovo segretario sarà Raimondo Pisano, una carriera al Tavolara e all'Olbia, mentre Andrea Fele curerà il settore giovanile e i rapporti con l'amministrazione comunale. Nuovo anche il massaggiatore. E' di esperienza e competenza Arriva da Caglairi Mario Masci l'anno scorso alla Vilalcidrese con Mereu e per 17 anni al Cagliari. Nuovi compiti per i dirigenti: Giuseppe Pittorru curerà i rapporti con il Comune, Mario Mariotti il settore giovanile, Nicola Sassu i rapporti con i tifosi. Pietro Zannoni