Finalmente all'esordio gli allievi dell'Artistico


IGLESIAS. Sono ormai concluse le operazioni di trasloco del Liceo artistico "Remo Branca". Per la ditta incaricata dalla Provincia il lavoro non è stato indifferente, anche per le difficoltà di raggiungere il secondo piano di piazza Collegio, dove si trovano e aule da arredare. Sono stati trasportati decine di banchi, tavoli, sedie, armadi e appendiabiti; non è stato così possibile rispettare i tempi di ripresa delle lezioni, prevista inizialmente per ieri. Essendo numerosi gli arredi che si trovano nella vecchia sede, la ditta ha proseguito le operazioni di trasloco anche ieri; intanto le aule e i corridoi sono stai ripuliti. Un lavoro che la Provincia, d'intesa con la presidenza dell'Artistico ha programmato a cavallo del fine settimana, ipotizzando che tra sabato e lunedì tutto si concludesse. Nei giorni scorsi, intanto, sono stati fatti gli ultimi ritocchi alla parte di edificio che ospiterà le undici classi del "Remo Branca"; solo il secondo piano, infatti, è stato interamente rimesso a nuovo, mentre buona parte del piano terra e del primo piano è stata messa in sicurezza, in attesa che vengano conclusi i lavori di ristrutturazione. Ma quello che conta per gli oltre duecento studenti del liceo Artistico è avere finalmente gli spazi di cui si sono dovuti privare nella vecchia sede, troppo piccola per rispondere alle esigenze di una scuola in continua crescita e destinataria del gradimento di allievi provenienti da tutto il Sulcis Iglesiente. I locali che sono stati ultimati garantiranno alle classi la possibilità di svolgere tutte le attività di laboratorio inerenti il corso di studi, usufruendo di regolari aule speciali inesistenti in piazza san Francesco. Per giungere alla ristrutturare di parte dell'edificio di piazza Collegio, che in passato ha ospitato il Seminario diocesano e successivamente l'istituto tecnico commerciale "Fermi", si è dovuti passare attraverso inceppi burocratici, lungaggini e attese; non facile è stata la fase per l'attribuzione del locale all'artistico, come ha ricordato giorni fa il dirigente scolastico, profesor Umberto Di Pilla. Gli studenti finalmente potranno dedicarsi al disegno e al modellato, oltre che alle nuove discipline annunciate dal dirigente scolastico, utilizzando le nuove aule, spaziose, ben esposte e adeguatamente illuminate. Stamane alle ore 8.30, tutto pronto per il taglio del nastro, traguardo da anni sognato dagli oltre duecento allievi dell'Artistico e non certo disprezzato dai docenti, anch'essi messi desiderosi di poter svolgere l'attività didattica usufruendo dei necessari spazi. (gls)