Olbia «star» per una mattina su Rai3 Due collegamenti ieri nei programmi `Cominciamo bene' e `Italie'


Tiziana Simula OLBIA. Olbia "star" su Rai3. E' stata una mattinata di collegamenti in diretta, quella di ieri, per la città, protagonista delle trasmissioni"Cominciamo bene" condotta da Toni Garrani e Ilaria Capitani, e di"Italie", che aveva come inviato Ottavio Olita. Olbia in tv, dunque, per parlare di viaggi e soprattutto di turismo: quello di stagione e quello fuori stagione, della gastronomia e della valorizzazione dei prodotti locali, della viabilità interna, della scuola e della storia. Una doppia vetrina sulla città, insomma, con interviste e filmati. Entrambi i collegamenti sono avvenuti dall'Isola Bianca: Furio Busignani si è collegato dal piazzale, Ottavio Olita dal terrazzo della stazione marittima. Partendo dal tema "Viaggiare è ancora un piacere?", riferita al dopo attentato alle torri gemelle di New York, "Cominciamo bene" ha acceso i riflettori sui collegamenti con le isole, fermando l'attenzione sulla città e sul turismo nel territorio. In tanti si sono alternati al microfono. A cominciare dall'atleta maddalenino Jeff Onorato, campione di sci nautico riservato ai diversamente abili che la Regione ha designato testimonial dell'assessorato al turismo. «Affidando la propria immagine a un ragazzo diversamente abile _ ha detto Onorato _ la Regione vuole dimostrare che la Sardegna rivolge la sua attenzione a tutte le categorie di turisti. Dimostrando apertura mentale, rispetto e senso civico». Ma turismo è anche gastronomia. E il bel viaggiare si coniuga con il bel mangiare. Per questo è importante la valorizzazione dei prodotti locali. Come il vino e i mitili, al centro di iniziative promosse dall'Azienda di soggiorno di cui ha parlato il commissario Giulio Careddu. Mitili, la cui storia è stata ricordata dalla giornalista Marella Giovannelli: furono i suoi nonni nel 1920, a portare da Taranto le cozze e ad avviare la mitilicoltura in città. Ora, suo fratello, Gianni Giovannelli, ha richiesto in qualità di assessore regionale il marchio doc per le cozze. Poi, turismo fuori stagione con Francesca Vargiu estetista a Porto Rotondo tutto l'anno con clienti di prestigio tra cui Bush senior, Sebastiano Hruska figlio del celebre dentista Aga Hruska (che ha curato bocche famose: da Mussolini a Greta Garbo) che ha scelto di vivere in città "per la sua tranquillità" ha detto. E ancora Mario Sechi e Carla Langiu che promuovono iniziative per prolungare la stagione estiva a Porto Rotondo, come la riuscitissima "Festa del calamaro", Pier Giacomo Pala responsabile del museo etnografico di Luras che promuove le zone interne della Gallura e Robert Koren general manager della Starwood che ha descritto i tre tipi di turismo fuori stagione della Costa: quello congressuale, quello golfistico e la nuova tendenza new age. «Italie» ha invece parlato di turismo soprattutto dal punto di vista della viabilità (tunnel e strade di collegamento), in considerazione dell'ambizione della città a rappresentare la capitale turistica della Sardegna. Al microfono di Olita, il sindaco ha spiegato la «scelta importante fatta dall'amministrazione che ha preferito questo lavoro a piccoli lavori prolungati nel tempo, con disagi seppur pesanti ma concentrati in pochi anni». Tunnel che sarà ultimato alla fine del 2002, così come l'ultimo tratto della circonvallazione a due corsie, mentre sono iniziati i lavori del 4 e 5 lotto della 131. Dalla viabilità alla scuola, protagonista il tecnico "Deffenu", definita dal ministro Moratti tra le migliori scuole d'Italia. E conclusione del collegamento tra storia e leggenda con Serafino Spiaggia. Tiziana Simula