Roberta Lanfranchi conduce su La 7 «Telerentola», programma di filmati assurdi Regina delle domeniche estive «Il mio sogno? Voglio interpretare un musical»


ROMA. «La televisione italiana spazzatura? Ma guardate cosa combinano giapponesi e americani». Ride Roberta Lanfranchi, fiera del suo nuovo look da dark lady. Tagliata la chioma da velina di «Striscia la notizia», ma sempre con quel sorriso che ha conquistato il marito Pino Insegno, è cresciuta ed è diventata la regina della domenica sera de La 7. Fino al 19 agosto infatti condurrà «Telerentola», con i filmati più assurdi e divertenti dalle tv di tutto il mondo. _ A "Telererentola" ne vediamo di tutti i colori, ma qual è il filmato che più l'ha colpita? «Sono tutti incredibili, ma in particolare c'è una trasmissione tedesca: è come il nostro "Giochi senza frontiere", solo che conduttori e concorrenti sono completamente nudi, senza alcun motivo. E poi i giapponesi, che s'inventano programmi anche su come stappare le bottiglie. Domenica ad esempio vedremo alcuni concorrenti trasformarsi in palline per un flipper gigante». _ Avete trovato una risposta? «Non credo ci sia, però questo dimostra che la televisione italiana, che molti definiscono "spazzatura", in realtà è l'unica sobria e pulita». _ Qual è secondo lei la buona televisione? «Quella che non oltrepassa i limiti della decenza, che non offende lo spettatore e ti fa venire voglia di passare una serata sul divano». _ Per "Telerentola" sfoggia un nuovo look da dark lady, con vestiti aggressivi e capelli corti. E' stata una scelta professionale o personale? «L'ho fatto per la trasmissione. L'ho suggerito appena ho visto i vestiti e ho scoperto che nessuno osava chiedermelo. Stavo cambiando rete, un programmma in prima serata tutto mio: volevo segnalare una svolta. E poi erano sei anni che mio marito mi vedeva sempre uguale». _ E come è andato il debutto come conduttrice da prima serata? «Ora bene, ma all'inizio stavo malissimo. Per tutta la prima puntata continuavo a chiedere agli autori "ma siete sicuri?"». _ Ha 27 anni è ha un programmma tutto suo, è sposata da 4 anni ed è mamma del piccolo Matteo. Sente di aver bruciato i tempi? «No, sono un ariete e mi piacciono le sfide. Sono anche molto istintiva e mi butto corpo e anima nelle cose che sento giuste. E poi ho ancora molti sogni da realizzare come interpretare un musical». _ Al "Costanzo Show" la vediamo spesso insieme a suo marito: un'immagine di una coppia molto felice. Qual è il segreto per un buon matrimonio? «Tanta pazienza, soprattutto con uno come Pino. Bisogna adattarsi all'altra persona, lasciargli i suoi spazi e rispettarne i difetti. Pino ad esempio è completamente negato in cucina, brucia tutto. Ma è favoloso perché quando si arrabbia, dopo soli 5 minuti, sorride».di Daniela Giammusso