Calangianus, un gemellaggio all'insegna della solidarietà


PIETRO ZANNONI CALANGIANUS. Mercoledì 16 maggio, alle 10, nel salone comunale, è in programma la cerimonia di gemellaggio tra la locale sezione Auser e quella di Sesto Fiorentino. Un gemellaggio un po' insolito, visto che da queste parti, i gemellaggi hanno la finalità di dare impulso alle attività imprenditoriali. Questa volta invece si ha un gemellaggio di carattere culturale, sociale, come può avvenire fra la realtà di pensionati che vogliono guardare la vita con gusto e sentirsi impegnati con se e per la società e vivono in regioni diverse. Per sottolineare l'evento, accanto al presidente dell'Auser calangianese, la professoressa Bianca Pasella, ci sarà il presidente dell'Auser provinciale di Firenze e del vice presidente dell'Auser di Sesto Fiorentino. «Sarà questo _ dicono alcuni soci dell'Auser _ un'occasione importante per uno scambio di esperienze tra due realtà diverse ma nel segno dell'unità e della solidarietà e per avviare una rete di alleanze con le altre organizzazioni di volontariato presenti nel comune». Nel salone comunale ci sarà un incontro di lavoro e di confronto fra realtà che si muovono all'interno di una popolazione di quasi 500 abitanti e quella toscana, in una città di 40mila abitanti e 9 chilometri da Firenze, dove c'è molta imprenditoria attiva nel settore delle ceramiche e dell'industria metallurgica. E' una manifestazione che l'Auser di casa vuole anche offrire all'intera collettività e per questo l'invito è esteso alle autorità, alle associazioni, ad una rappresentanza delle scuole tanto perché ci si renda conto in tanti degli obiettivi che si prefigge. L'Auser su scala nazionale. Tanto più che poi si dovrà rendere la visita in Toscana. Il pranzo con gli ospiti sarà consumato all'Agnata, rinomato stazzo e chi parteciperà, dovrà versare la quota. Pietro Zannoni