A2 FEMMINILE: VIRTUS-ALCAMO 57-68 Niente miracolo contro la capolista


VIRTUS: Saba F, Zedda 4, Lobina ne, Vacca 14, Podda ne, Puidokas, Saba V 10, Manieri 9, Cirronis 8, De Michele 12. All Muscas. SPORT CLUB ALCAMO: Colico 14, Grande 9, Stabile 11, Marcaggi 20, Gasperini 4, Cucchiara 4, Vigliena 4, Brum 2. All. Cazzaniga. ARBITRI: Deiana e Pistis CAGLIARI. L'impresa era piuttosto difficile. Rompere il ghiaccio e cancellare quell'odioso zero nella casellina delle vittorie contro una squadra che viaggiava a punteggio pieno in classifica. La Virtus non ce l'ha fatta, ha perso 57-68 contro l'Alcamo, capolista della A2 femminile di basket e a questo punto deve solo evitare di farsi condizionare da questo inizio ad handicap e prendere per buone le indicazioni positive comunque emerse nell'incontro con le siciliane. La squadra di Beppe Muscas, che recuperava l'infortunata Stefania De Michele (12 punti per lei, un ritorno comunque importante quantunque la giocatrice non fosse al meglio), ha dovuto sempre rincorrere il risultato non essendo mai riuscita a mettere la testa sopra le avversarie. L'Alcamo ha mostrato la convinzione tipica di chi viaggia col vento in poppa ed è sicuro nei propri mezzi. Il primo posto in classifica insomma non è casuale. Chiusa la prima frazione sotto di 7 punti (13-20), la Virtus ha operato un bel break di 6-0 con il quale si è portata a sole tre lunghezze (30-33). Scesa di nuovo a -9 la squadra cagliaritana ha tentato di limitare gli esterni ospiti dando però spazio ai pivot che hanno imperversato. A questo punto Muscas ha ordinato una zona press a tutto campo, ma le siciliane si sono dimostrate brave a non perdere la testa e a chiudere sopra di undici.