L'INTERVISTA Castagna al debutto: «Si può far bene»


SASSARI. Dopo cinque mesi esatti Ricki Castagna, una vita tra serie A, B, C1 e C2, si ritroverà dentro un campo di calcio. L'ultima apparizione del jolly difensivo veneto risale allo scorso 20 maggio, Cremonese-Livorno 1-1 in casa. Dopo una serie di amichevoli con l'equipe Romagna, il giocatore esordirà questo pomeriggio con la maglia rossoblù, «Un debutto che mi auguro positivo _ ha detto Castagna _ Domenica scorsa ho visto la partita all'Acquedotto, ho notato grande impegno da parte dei miei nuovi conpagni. Sono sicuro che si possa fare bene». «Personalmente mi sento in palla _ ha continuato Castagna, classe 1971 di Soave _ Sto cercando di prendere confidenza con la nuova squadra e allo stesso tempo di avere più affiatamento. Dovrei trovarlo abbastanza in fretta, ma oggi ci attende a Benevento una partita delicata e non possiamo sbagliare. In allenamento ho trovato una buona intesa con Udassi, ma sipende dal modulo con cui giocheranno i campani. Se attueranno il 4-4-2, avrò più possibilità di spingermi avanti e crossare al centro, in caso contrario, cioè col 4-3-3, dovrò preoccuparmi maggiormente dell'avversario e il contributo in avanti sarà inferiore». «Stefano Udassi è il classico giocatore di movimento _ ha concluso il neo rossoblù _ E' uno che non aspetta la palla, ma va a cercarla. Con lui mi sono trovato subito a mio agio nella partitella di giovedì; spero di dialogare lo stesso bene, sia con lui che con Langella, anche a Benevento, contro un avversario forte ma alla nostra portata. Ritengo che si possa fare risultato». E' saltata invece la diretta in tv su Stream che trasmetterà la partita Viterbese-Palermo. (ang.).