Senza Titolo


Le squadre. Dopo sei anni, la serie A festeggia un esordio assoluto, quello della Reggina che mai prima di ora ha partecipato al massimo campionato. La Reggina sarà la 59/a squadra iscritta alla serie A a girone unico, seconda società calabrese dopo il Catanzaro, che ha militato in serie A 7 stagioni, l'ultima nell'82/83. L'ultimo campionato che aveva visto una debuttante in A era stato quello del 93/94, con due esordienti: Piacenza e Reggiana. I biancorossi tornarono subito in B, i granata si salvarono. Le 2 squadre che hanno sempre partecipato al campionato a girone unico sono Inter e Juventus che sono, unitamente al Parma, le uniche mai retrocesse da quando militano in serie A. Sedici le squadre che hanno vinto almeno una volta lo scudetto, considerando anche il periodo pre-girone unico. Dieci di esse partecipano anche quest'anno al campionato. Primatista degli scudetti è la Juventus con 25 titoli, seguita dal Milan a 16 e dall'Inter a 13. Negli ultimi 8 campionati che hanno preceduto una fase finale degli Europei lo scudetto è finito a Milano o a Torino. Partendo dal 67/68 fino al 95/96, 4 volte ha vinto il Milan, 2 la Juventus e 1 ciascuno Torino e Inter. Gli ultimi otto campionati, invece, hanno visto due soli vincitori: il Milan 5 volte, la Juventus 3. Si tratta di un record assoluto nella storia del campionato. L'ultimo scudetto vinto da una squadra diversa fu quello del 90/91 andato alla Sampdoria. I giocatori. Il calciatore più vecchio è Pietro Vierchowod, che ha compiuto 40 anni lo scorso 6 aprile. Ma lo zar è ben lontano dal record detenuto dal brasiliano Amilcar Barbuy, che scese in campo in Lazio-Bari (3-2) del dicembre 1931 all'età di 52 anni. Al secondo posto nella lista degli anziani è Dino Zoff, che si è fermato a 41 anni e 2 mesi, traguardo che Vierchowod non raggiungerà neppure al termine di questa stagione. Il'russo' potrebbe però diventare il più vecchio goleador della serie A: Piola segnò infatti il suo ultimo gol nel 1954 a 40 anni e 6 mesi. Il giocatore più giovane invece è Johnnier Montano, colombiano del Parma, nato il 14/1/83, che non batterà però il record come esordiente più giovane della serie A detenuto da Amadei, che nel 1937 debuttò a 15 anni e 9 mesi. Il giocatore con più presenze in serie A è ancora Vierchowod a quota 540. Il difensore del Piacenza è al momento terzo nella classifica di tutti i tempi preceduto da Zoff a 570 e Piola a 565. I giocatori che hanno segnato più reti sono Roberto Baggio e Mancini, tutti e due a quota 156 gol, al dodicesimo posto della classifica assoluta appaiati a Gigi Riva. Tutti e due hanno la possibilità di entrare durante il campionato nella top ten: al momento il decimo posto è occupato da Boninsegna a quota 163. Il capocannoniere assoluto è Piola con 290 gol. Gli allenatori. Tre dei 18 allenatori della nuova serie A sono al debutto nel massimo campionato: Luigi De Canio (Udinese), Sergio Buso (Bologna), Alberto Cavasin (Lecce). Il tecnico che vanta più panchine è Giovanni Trapattoni a quota 655. Gli stranieri sono 2 e si sfideranno subito nella prima giornata: Sven Goran Eriksson e Oscar Washington Tabarez. Gli allenatori che hanno già vinto almeno uno scudetto in Italia sono 4: Capello, Lippi, Trapattoni e Zaccheroni. L'allenatore più vecchio è Carlo Mazzone, 63 anni nel prossimo marzo, quello più giovane Carlo Ancelotti, nato il 10/6/59, che precede di tre mesi Luciano Spalletti. Soltanto 8 gli allenatori confermati dalla precedente stagione, dieci i nuovi. Gli arbitri. 36 gli arbitri a disposizione della Can di serie A e B. I nuovi sono Ayroldi di Molfetta, Cassarà di Parlermo, Gabriele di Frosinone, Saccani di Mantova, Soffritti di Ferrara, Zaltron di Bassano del Grappa. Ma altri 5 arbitri aspettano ancora di esordire nel massimo campionato: Bertini, Castellani, Fausti, Guiducci e Pirrone. Trentalange con 129 presenze è il decano della serie A, lo segue a 123 Cesari. Massimi e minimi. Punteggio finale: 74 (Juve 97/98) - 11 (Lecce 93/94) Gol segnati: 95 (Fiorentina 58/59) - 17 (Pisa 88/89) Gol subiti: 91 (Casale 33/34) - 15 (Milan 93/94). Vittorie: 26 (Inter 88/89) - 2 (Varese 65/66, Brescia 94/95 Reggiana 96/97, Napoli 97/98). Pareggi: 22 (Mantova 66/67) - 1 (Napoli 30/31) Sconfitte: 26 (Lecce 93/94, Brescia 94/95) - 0 (Milan 91/92). Primati da battere. Campionato con più reti: 969 (29/30) Campionato con più vittorie: 250 (30/31) Vittorie consecutive: 10 (Juve 31/32, Bologna 63/64) Partite consecutive senza vittorie: 22 (Pro Patria 55/56, Varese 65/66) Campionato con più pareggi: 174 (97/98) Campionato con più rigori: 125 (97/98). Squadra con più rigori all'attivo: 14 (Lazio 95/96, Inter e Piacenza 98/99). Squadra con più rigori al passivo: 13 Bari (32/33, Reggiana 96/97). Goleador stagionale: 33 Angelillo (58/59) Goleador in singola partita: 6 Piola (33/34), Sivori (60/61) Più lunga serie imbattibilità: 58 Milan (39 vittorie 19 pareggi dal maggio 90 al marzo 93). Massima vittoria: Roma-Cremonese 9-0 (29/30) Torino-Casale 9-0 (32/33) Inter-Casale 9-0 (33/34). Partita con più gol: 10 (varie volte). Maggior vantaggio sulla seconda classificata: 12 punti (Fiorentina 55/56). Inviolabilità portiere: 929 (Rossi 93/94) Gol più veloce: Branca (Udinese-Fiorentina 92/93, dopo 9 secondi). Giocatore a segno per più giornate consecutive: 11 Batistuta (94/95). Gara con più autoreti: 4 (Inter-Catania 60/61) Gara con più rigori: 4 (varie volte, ultima Piacenza-Bologna 98/99). Primato espulsioni stagionali: 4 (Amarildo, Fiorentina 69/70; Loseto, Bari 91/92). Allenatore pluriscudettato: 7 Trapattoni Giocatori pluriscudettati: 8 Ferrari e Furino. Il migliore: Gigi Riva 11.