Pentole e stoviglie contro le sbarre, la rumorosa protesta dei detenuti del carcere di Saluzzo

video Pentole stoviglie usate per battere le grate delle celle del reparto di alta sicurezza del carcere di Saluzzo. La protesta dei detenuti è iniziata questa mattina ed è proseguita per ore. Non è chiaro che cosa abbia portato i detenuti a rivoltarsi contro le regole del carcere ma tra le ipotesi c'è la decisine di spostare i reclusi sottoposti al regime di alta sicurezza in un'alta ala del carcere. Il frastuono delle stoviglie si sentiva anche dall'esterno dell'istituto di pena. " Il carcere in Italia è qualcosa di ben diverso da quello che dovrebbe essere - commenta Leo Beneduci, segretario generale del sindacato di polizia Osapp - Sono i detenuti a dettare regole e condizioni della vita penitenziaria e le istituzioni ripiegano sempre a discapito dei principi della legalità. In questo modo non è possibile l'opera di reinserimento sociale che il carcere dovrebbe avere. Nonostante la penurai di organico gli agenti in servizio nel carcere di Saluzzo riescono a mantenere pienamente funzionante la struttura che senza il loro costante sacrificio sarebbe in balia di soggetti violenti e pericolosi".

Cento anni di Montecitorio, alla scoperta dei luoghi che hanno fatto la storia della Repubblica

video La sede della Camera dei deputati della Repubblica Italiana compie 100 anni. Un documentario prodotto da Sky Arte e realizzato da Tiwi racconta questo secolo di storia italiana soffermandosi su alcuni dei luoghi meno conosciuti. Come il corridoio dei passi perduti, un salone di servizio dove i deputati in attesa delle sedute parlamentari possono scambiarsi opinioni e parei video Sky

Manovra, Giorgetti: "Spread a 326? Spero che si vietino vendite di titoli allo scoperto anche in Italia"

video "Lo spread a 326? Speriamo che si vieti finalmente la vendita allo scoperto anche in Italia". Così il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, a margine del convegno 'Sport Leaders Forum' a Roma riguardo alla crescita del differenziale di rendimento tra titoli di stato italiani e tedeschi. Il riferimento di Giorgetti è a una tecnica speculativa che scommette sul ribasso del valore dei titoli.di Marco Billeci

'Dumbo' vola al cinema. A marzo il film di Tim Burton

video Settantotto anni dopo il celebre cartoon una nuova versione dell'elefante dalle lunge orecchie firmata da Tim Burton arriva nelle sale di tutto il mondo il 28 marzo 2019. Nel nuovo film Disney live action Dumbo, Holt Farrier (Colin Farrell) è una ex star del circo che al ritorno dalla guerra trova la propria vita sconvolta. Il proprietario del circo Max Medici (Denny DeVito) assume Holt chiedendogli di occuparsi di un elefante appena nato le cui orecchie sproporzionate lo rendono lo zimbello di un circo già in difficoltà. Ma quando i figli di Holt scoprono che Dumbo sa volare, il persuasivo imprenditore V.A. Vandevere (Michael Keaton) e un’artista aerea di nome Colette Marchant (Eva Green) fanno di tutto per trasformare l'insolito elefante in una star.Disney Italia

Gb, il gatto più importante del Paese resta fuori dalla porta: il poliziotto è al suo servizio

video Non è un gatto qualunque quello alla porta del numero 10 di Downing Street, sede del primo ministro britannico. Prelevato sette anni fa nella casa per cani e gatti di Battersea, a Londra, fu scelto grazie al suo forte istinto predatorio. Dopo quattro anni di convivenza con la famiglia di David Cameron, ora presidia l'appartamento occupato da Theresa May con l'incarico di dare la caccia ai topi. La sua pazienza al civico 10 è stata premiata da un poliziotto che si è premurato di bussare affinché potesse entrare. Il gesto è stato immortalato in alcune dirette televisive, tra cui Sky News e Itv News, e non è passato inosservato sui social dove non è mancata la consueta ironia: "Gatto Brexit! Pensava di voler essere fuori, ma al momento di sperimentarlo ha deciso che desiderava molto entrare".   

Sequestro Aquarius, Msf: "Polemica strumentale e politica. Accusa ridicola alla nostra professionalità"

video "La decisione dei magistrati ci lascia sorpresi e indignati per le accuse rivolte. La procura ha deciso di fare indagini e nessuno discute questo, non ci sentiamo al di sopra del giudizio della magistratura. È un'accusa singolare e sproporzionata", ha esordito il direttore generale di Medici Senza Frontiere Gabriele Eminente. "Un'organizzazione come la nostra, che ha avuto il Nobel per pace oggi è accusata di aver messo in piedi un'attività di illecito smaltimento di rifiuti", ha lamentato Eminente. "La linea della criminalizzazione della solidarietà attuata nell'ultimo anno e mezzo ha prodotto un impatto molto forte sulla nostra capacita di ricevere donazioni da privati. E meno donazioni significa meno attività nei 72 Paesi in cui siamo presenti", ha precisato. "Siamo vittima di una polemica strumentale e politica da cui vogliamo restare fuori". di Camilla Romana Bruno