Juncker, Sibilia (M5S) a Circo Massimo: "Forse ci sono dei problemini di alcol"

video "Parlo con persone sobrie", disse il ministro dell'interno Salvini riferendosi al presidente della commissione europea Juncker. "Forse ci sono dei problemini di alcol, se qualcuno li ha sottolineati può darsi pure che ci siano" gli fa eco il sottosegretario agli interni Carlo Sibilia a Circo Massimo, su Radio Capital. E sulla possibile procedura di infrazione sulla manovra italiana, Sibilia ammette di non aspettarsi "applausi da chi predicava l'austerity, un'idea che noi contrastiamo". Intervista di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto

Decreto sicurezza, Gasparri: "Dissidente non è De Falco. Ognuno risalga a bordo delle proprie coalizioni"

video "La fiducia si mette quando ci sono tempi ristretti o quando la maggioranza non si fida di se stessa, e credo che questo sia il caso in questione", afferma Maurizio Gasparri, senatore di Forza Italia, nel suo intervento durante le dichiarazioni di voto sulla fiducia al dl sicurezza. Citando poi il senatore del M5S, Gregorio De Falco, considerato tra i dissidenti del gruppo sul provvedimento, il parlamentare azzurro afferma: "Ognuno risalga a bordo delle proprie coalizioni per fare politiche serie e omogenee". Al termine dell'intervento i parlamentari azzurri hanno alzato dei fogli con la scritta "Sì alla sicurezza, no al governo". di Camilla Romana Bruno

Decreto sicurezza, Salvini: "Pd abbaia alla luna. Dissidenti M5s? Non mi preoccupano"

video "Se in tre hanno cambiato idea rispetto a quello che c'è nel contratto di governo, liberi di farlo. Siamo in democrazia". Il ministro dell’Interno Matteo Salvini risponde ai cronisti durante il voto di fiducia al Senato sul decreto sicurezza in merito ai senatori pentastellati - De Falco, Fattori e Nugnes - che hanno deciso di non partecipare al voto in dissenso con il loro gruppo. E sulla prescrizione, motivo di scontro con i cinquestelle, taglia corto: "In qualche ora si chiude, perché tutti vogliamo che i corrotti e i corruttori e i mafiosi finiscano in galera, nessuno vuole che i processi durino all’infinito”. di Camilla Romana Bruno

Decreto sicurezza, dissidenti M5S: "Fuori dall'Aula per la fiducia, ma resta sostegno a governo"

video "Migliorare il decreto era un preciso dovere al quale il capo dello Stato ci aveva chiamato", ha detto Gregorio De Falco, intervenendo al Senato a titolo personale in dissenso dal gruppo M5S, in sede di dichiarazione di voto sulla fiducia sul decreto sicurezza. "Continuo a sostenere questo governo per la sua attività generale, per i suoi programmi. Le mie aspettative sono immutate. Ma annuncio che non parteciperò al voto e uscirò dall'Aula". Stessa posizione anche per le senatrici Paola Nugnes e Elena Fattori, che hanno lasciato l'aula al momento del voto. Video di Camilla Romana Bruno

Dl sicurezza stop&go, al Senato una giornata di rinvii fino alla fiducia: le opposizioni scatenate

video Mattinata di rinvii e sospensioni al Senato dove era prevista la votazione del decreto sicurezza. Alla richiesta di sospensione di questa mattina alle 10.30 infatti il sottosegretario Nicola Molteni (Lega) ne ha chiesta una seconda al rientro in aula, intorno alle 13, scatenando l'ira delle opposizioni. Il rappresentante del governo si è così giustificato: "L'emendamento depositato oggi è al ministero dell'Economia e finanze per la bollinatura". Pd e Forza Italia hanno richiesto spiegazioni immediate e la convocazione di una capigruppo nel pomeriggio. "Ci troviamo di fronte a una sovversione del ruolo del parlamento", hanno dichiarato dagli scranni di Palazzo Madama i senatori Loredana De Petris (Gruppo Misto) e Andrea Marcucci (capogruppo Pd). Solo alle 17.30 il ministro Riccardo Fraccaro (M5S) è entrato in aula mettendo definitivamente la fiducia al decreto. Video di Cristina Pantaleoni