Foyer del San Carlo, "Lo schiaccianoci" con i ragazzi del laboratorio didattico

video Nel foyer del Teatro di San Carlo, i bambini e i ragazzi dell’Opera Camp “Christmas edition”, il laboratorio didattico musicale lanciato la scorsa estate dalla direzione marketing e affari istituzionali sezione educational del Massimo napoletano, hanno realizzato una messa in scena natalizia ispirata alla favola de Lo schiaccianoci. Nella realizzazione dello spettacolo finale i ragazzi sono stati accompagnati dagli allievi musicisti del Liceo Margherita di Savoia del progetto Alternanza Scuola /Lavoro. (emanuela vernetti)

L'orchestra sinfonica ucraina in concerto a Potenza

video Il concerto sensoriale dell’orchestra sinfonica Ucraina nell’atrio del Palazzo degli uffici di Potenza e la lettura di alcuni testi nei reparti di senologia e cardiologia. È così che l’associazione potentina "Letti di sera" ha voluto regalare momenti speciali fuori dalla routine ospedaliera ai pazienti della struttura sanitaria San Carlo che non sono potuti tornare a casa in occasione delle festività natalizie. Per tre giorni la “parola”, letta o cantata, è stata al centro dell’evento “Festa della parola” che rientra nel più ampio cartellone di “Potenza magia di eventi – Natale in città 2017”, promosso dall’amministrazione comunale e ha interessato anche altri luoghi del centro storico. Per l’occasione è stato sottoscritto un protocollo tra l’associazione e l’ospedale per realizzare iniziative culturali sperimentali “finalizzate alla promozione della lettura – hanno spiegato gli organizzatori – all’animazione culturale e alla sensibilizzazione delle nuove forme di comunicazione” nell'ospedale(testo Anna Martino, video Anna Paolisso)

Milano, La Russa e il tutorial del presepe: "Bambinello, carta montagna e borotalco"

video L'ex presidente di Fratelli D’Italia, Ignazio La Russa, rilancia "la rivoluzione del presepe" partita con il video sul web di Giorgia Meloni. Davanti a un presepio vivente in piazza San Carlo, a Milano, La Russa invita i cittadini a "difendere le tradizioni" e tornare a fare il presepe durante il Natale. Come? Ecco il suo 'tutorial': “Alla fantasia non c’è limite. Costruite una grotta con la carta montagna o fate una capanna, va bene anche il barcone di Arcore purché richiami i valori del Natale. Però, è fondamentale che ci siano il bue, l’asinello, la sacra famiglia, i re Magi e i pastori”. Diverso il parere del compagno di partito Riccardo De Corato: "Il Presepio della parrocchia di Arcore con la raffigurazione di Giuseppe e Maria sopra ad un barcone con i migranti è una profanazione”. di Edoardo Bianchi

Napoli ricorda le vittime della strage sul rapido 904

video Napoli ricorda la strage del treno rapido 904. A 33 anni dalla tragedia, alla Stazione centrale, cosi come ogni 23 dicembre, si è svolta la cerimonia di commemorazione organizzata dall'Associazione che riunisce i feriti e i familiari delle 16 vittime.La cerimonia è stata introdotta dal coro giovanile del Teatro San Carlo. Nel corso della manifestazione è stato letto un messaggio del presidente del Senato, Grasso. Dopo l'intervento della presidente dell'associazione Rosaria Manzo, gli studenti della scuola Scialoia Cortese hanno ricordato i nomi delle vittime. "La memoria - ha affermato l'assessore alle Politiche giovanili del Comune, Alessandra Clemente - è un dovere contemporaneo per fondare un nuovo alfabeto civile fatto di verità e giustizia, che Napoli chiede rispetto ad pagina di storia con troppe ombre, che sia da monito per le future generazioni e per i protagonisti del presente".Al lato del palco, i gonfaloni del Comune e della Città Metropolitana di Napoli, della Regione Campania e del Comune di Ischia. Presente una delegazione di Cgil Napoli e Campania.La cerimonia si è conclusa con la deposizione di una corona di fiori davanti al binario 11, da dove partì il rapido 904.