Foyer del San Carlo, "Lo schiaccianoci" con i ragazzi del laboratorio didattico

video Nel foyer del Teatro di San Carlo, i bambini e i ragazzi dell’Opera Camp “Christmas edition”, il laboratorio didattico musicale lanciato la scorsa estate dalla direzione marketing e affari istituzionali sezione educational del Massimo napoletano, hanno realizzato una messa in scena natalizia ispirata alla favola de Lo schiaccianoci. Nella realizzazione dello spettacolo finale i ragazzi sono stati accompagnati dagli allievi musicisti del Liceo Margherita di Savoia del progetto Alternanza Scuola /Lavoro. (emanuela vernetti)

L'orchestra sinfonica ucraina in concerto a Potenza

video Il concerto sensoriale dell’orchestra sinfonica Ucraina nell’atrio del Palazzo degli uffici di Potenza e la lettura di alcuni testi nei reparti di senologia e cardiologia. È così che l’associazione potentina "Letti di sera" ha voluto regalare momenti speciali fuori dalla routine ospedaliera ai pazienti della struttura sanitaria San Carlo che non sono potuti tornare a casa in occasione delle festività natalizie. Per tre giorni la “parola”, letta o cantata, è stata al centro dell’evento “Festa della parola” che rientra nel più ampio cartellone di “Potenza magia di eventi – Natale in città 2017”, promosso dall’amministrazione comunale e ha interessato anche altri luoghi del centro storico. Per l’occasione è stato sottoscritto un protocollo tra l’associazione e l’ospedale per realizzare iniziative culturali sperimentali “finalizzate alla promozione della lettura – hanno spiegato gli organizzatori – all’animazione culturale e alla sensibilizzazione delle nuove forme di comunicazione” nell'ospedale(testo Anna Martino, video Anna Paolisso)

Milano, La Russa e il tutorial del presepe: "Bambinello, carta montagna e borotalco"

video L'ex presidente di Fratelli D’Italia, Ignazio La Russa, rilancia "la rivoluzione del presepe" partita con il video sul web di Giorgia Meloni. Davanti a un presepio vivente in piazza San Carlo, a Milano, La Russa invita i cittadini a "difendere le tradizioni" e tornare a fare il presepe durante il Natale. Come? Ecco il suo 'tutorial': “Alla fantasia non c’è limite. Costruite una grotta con la carta montagna o fate una capanna, va bene anche il barcone di Arcore purché richiami i valori del Natale. Però, è fondamentale che ci siano il bue, l’asinello, la sacra famiglia, i re Magi e i pastori”. Diverso il parere del compagno di partito Riccardo De Corato: "Il Presepio della parrocchia di Arcore con la raffigurazione di Giuseppe e Maria sopra ad un barcone con i migranti è una profanazione”. di Edoardo Bianchi

Napoli ricorda le vittime della strage sul rapido 904

video Napoli ricorda la strage del treno rapido 904. A 33 anni dalla tragedia, alla Stazione centrale, cosi come ogni 23 dicembre, si è svolta la cerimonia di commemorazione organizzata dall'Associazione che riunisce i feriti e i familiari delle 16 vittime.La cerimonia è stata introdotta dal coro giovanile del Teatro San Carlo. Nel corso della manifestazione è stato letto un messaggio del presidente del Senato, Grasso. Dopo l'intervento della presidente dell'associazione Rosaria Manzo, gli studenti della scuola Scialoia Cortese hanno ricordato i nomi delle vittime. "La memoria - ha affermato l'assessore alle Politiche giovanili del Comune, Alessandra Clemente - è un dovere contemporaneo per fondare un nuovo alfabeto civile fatto di verità e giustizia, che Napoli chiede rispetto ad pagina di storia con troppe ombre, che sia da monito per le future generazioni e per i protagonisti del presente".Al lato del palco, i gonfaloni del Comune e della Città Metropolitana di Napoli, della Regione Campania e del Comune di Ischia. Presente una delegazione di Cgil Napoli e Campania.La cerimonia si è conclusa con la deposizione di una corona di fiori davanti al binario 11, da dove partì il rapido 904.

Argentero saluta su Facebook Marisa Amato, ferita in piazza San Carlo durante la finale di Champions

video Il breve video postato dall'attore Luca Argentero sulla pagina Facebook “Aiutiamo Marisa Amato”, per salutare ed esprimere solidarietà alla donna ferita la sera del 3 giugno 2017 nella calca creatasi in piazza San Carlo durante la finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid. Da quel giorno la donna è immobilizzata in un letto dell'Unità Spinale dell'ospedale Cto di Torinocon la diagnosi di tetraplegia totale.

Il pranzo per i poveri al teatro San Carlo di Napoli

video La Fondazione Teatro di San Carlo insieme alla Fondazione Istituto Tecnico Superiore per le Tecnologie innovative per i Beni e le Attività Culturali e Turistiche (in acronimo Fondazione ITS BACT) - con la partecipazione della Caritas Diocesana di Napoli e con l’ausilio degli istituti alberghieri della regione - hanno organizzato il pranzo natalizio per i senzatetto nel foyer del Teatro di San Carlo di Napoli (ansa)