Grillo sugli autistici: "Non li capisce nessuno, fanno esempi che non c'entrano un c."

video "Chi siamo? Dove siamo? Siamo pieni di malattie nevrotiche, siamo pieni di autismi. L'autismo è la malattia del secolo, signori, e l'autismo non lo riconosci. Per esempio, la sindrome di Asperger: c'è pieno di questi filosofi in televisione che hanno la sindrome di Asperger che è quella sindrome di quelli che parlano in un modo e non capiscono che l'altro non sta capendo e vanno avanti e magari fanno esempi che non c'entrano un c... con quello che stanno dicendo, hanno quel tono sempre uguale. Abbiamo bambini violentati da anziani,come Macron, che hanno ci danno dei lebbrosi. Io a sentirmi dire da uno psicopatico così che sono un lebbroso dico: in fondo della lebbra chi c... se ne frega". Ecco le parole di Beppe Grillo dal palco di Italia a 5 Stelle che al momento hanno suscitato le risate del pubblico e che da ore continuano ad agitare i social ma non solo. "Insultare un bambino autistico è peggio di insultare un presidente. Beppe Grillo, fai schifo", il commento di Matteo Renzi su Twitter.  (video Facebook)

Leopolda, dal duello Lucci/Boschi al poncho di Bonolis: il meglio della 3 giorni renziana

video Dall'arrivo di Matteo Renzi in mezzo al pubblico sulle note di Ritorno al Futuro agli sketch sul palco con Paolo Bonolis, la nona edizione della Leopolda è stata anche quella di preludio al sottaciuto - in fondo non poi tanto - congresso del Partito Democratico. Il faccia a faccia tra Enrico Lucci e Maria Elena Boschi e le opinioni di Richetti e Giachetti ne sono la testimonianza. Sullo sfondo la DeLorean del celebre film. Ma se avesse potuto riportare indietro i protagonisti degli ultimi anni, a che punto del passato sarebbero voluti tornare? di Andrea Lattanzi e Giulio Schoen

Leopolda, Renzi conduttore tv per un giorno: "Era il sogno della mia vita"

video "Finalmente è arrivato il momento in cui posso realizzare il sogno di tutta la mia vita, cioè fare il conduttore televisivo". Così Matteo Renzi all'inizio delle cinque interviste che ha condotto dal palco della Leopolda a Firenze. "Intervistare questi grandi personaggi è interessante perché - ha spiegato - è bello poter provare a tirar fuori quanto di grande hanno".di Andrea Lattanzi e Giulio Schoen

Manovra, Padoan: "Rischiamo che un'onda piena ci travolga"

video "I mercati hanno capito che la direzione di marcia è sbagliata e che nessuno sta guidando. Rischiamo un'onda di piena che può travolgerci. Hanno detto 'se arriveremo a 400 punti base vedremo cosa fare', chi lo dice vuol dire che è già finito". L'ex ministro dell'economia Pier Carlo Padoan, presentando in conferenza stampa alla Leopolda una serie di misure economiche concertate con Matteo Renzi, spiega che "quello che preoccupa è la direzione del Paese". Prima del 4 marzo lo spread era intorno a 130 punti - ha spiegato - mentre oggi il Paese si è "autotassato" per vari miliardi". Video di Andrea Lattanzi e Giulio Schoen

Pd, Calenda: "Io alla Leopolda? Non mi imbuco dove non mi invitano"

video "Andare alla Leopolda? Non mi imbuco dove non mi invitano". L'ex ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, a Milano per la presentazione del suo libro Orizzonti selvaggi, non risparmia stoccate all'ex segretario Matteo Renzi in vista del congresso di gennaio. "Non si può continuare con la politica motivazionale per cui siamo un grande paese - ha detto ai cronisti - perché questa è una storia finita". Smentendo qualsiasi ipotesi di una sua candidatura, Calenda si è limitato a dire che "fra i candidati in ballo non voterò Boccia". Centrale, alle prossime europee, rimane il "fronte repubblicano" che vada oltre "le sigle di partito e che abbia come leader Paolo Gentiloni"di Andrea Lattanzi

Renzi junior in panchina per Fiorentina-Udinese

video Non ha solcato il prato dello stadio Bozzi del Galluzzo, dove si è svolta la partita tra la Primavera della Fiorentina e quella dell'Udinese, se non per il riscaldamento Francesco Renzi, primogenito dell'ex premier ed ex segretario Pd Matteo Renzi che milita nell'Udinese Primavera. Sugli spalti la mamma Agnese ha seguito attentamente tutte le fasi del match, finito 2-1 per i padroni di casa. video di GIULIO SCHOEN

Giannini: "La risposta del Pd a Salvini: organizzare l'ultima cena"

video La cena che Carlo Calenda ha proposto ai big del Pd si farà: Matteo Renzi, Paolo Gentiloni e Marco Minniti hanno accettato l'invito dell'ex ministro dello Sviluppo economico. Al momento non è chiaro come verrà ricostruito il Pd, né se a gennaio ci sarà il congresso, né come sarà possibile tornare a parlare al ceto medio impoverito o ai disoccupati. Di sicuro, per ora, c'è che i big si vedranno a cena.Il commento di Massimo Giannini su Radio Capital

Genova, Martina sul Pd: "Basta litigi e sgambetti, le primarie a gennaio"

video "Il tema del Pd non è il suo scioglimento: il Congresso ci sarà, faremo le primarie a gennaio e lavoriamo per costruire l'alternativa ai pericoli di questo governo di Lega e Cinque Stelle". Così il segretario dem Maurizio Martina da Pontedecimo, alla Festa dell'Unità di Genova."Basta litigi, basta sgambetti: io lavoro come ho sempre fatto perché il Pd sia una squadra, - ha commentato la situazione interna al partito, e le recenti uscite pubbliche di Matteo Renzi e Matteo Orfini - Chiedo a tutti un passo avanti, siamo in campo e dobbiamo allargare lo sforzo" video di Matteo Macor

''Florence'', Matteo Renzi conduttore nella docufiction sulla sua città

video Otto puntate per raccontare la storia e l'arte della città di Firenze. Si chiama ''Florence'' la docufiction girata dall'ex presidente del Consiglio Matteo Renzi, che è stato sindaco del capoluogo fiorentino dal 2009 al 2014. ''Quanta bellezza'', ha scritto in un post su Twitter, per lanciare le prime immagini del lavoro che lo vede protagonista, in veste di conduttore. Il documentario a puntate è curato da Arcobaleno Tre, casa di produzione del manager televisivo Lucio Presta. Per l'inizio della messa in onda però non c'è ancora una data precisa. Video: YouTube

Di Maio copia Renzi e Berlusconi: "Non metteremo le mani nelle tasche degli italiani"

video "L'Iva non aumenterà: non vogliamo togliere soldi ma tagliare sprechi e favori. I cittadini devono stare tranquilli perché le mani in tasca non gliele mettiamo". Intervenuto a Rtl 102.5, il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio utilizza la stessa espressione usata da Silvio Berlusconi, durante la campagna elettorale del 2008 e da Matteo Renzi nel 2015. Una frase che sembra essere diventata un evergreeen di chi governa  Video: YouTube/RTL 102.5

Airbus Renzi, ministra Trenta: ''Messo un punto all'arroganza al potere, ora stop a contratto''

video Così in un video pubblicato sulla sua pagina Facebook, la ministra della Difesa Elisabetta Trenta ha annunciato di aver chiesto alla Direzione degli armamenti aeronautici la rescissione del contratto dell'Airbus A340 voluto dall'ex premier Matteo Renzi. "Si chiuderà un'era, ha spiegato nel videomessaggio. "L'era degli sprechi e dei privilegi. Il prossimo 7 agosto, finalmente, questo Paese tornerà a essere normale''. Video: Facebook

Pd, renziani in cerca di un candidato e Giachetti attacca: "Tutti d'accordo per rinviare il congresso"

video Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha annunciato la propria candidatura al congresso del Pd da tempo. L'ex ministro allo Sviluppo Economico, Carlo Calenda, ha dimostrato un certo attivismo con il suo manifesto per il 'Fronte Repubblicano'. E così chi al momento resta senza un proprio candidato apertamente in campo è l'area dem che fa capo all'ex premier Matteo Renzi. Graziano Delrio infatti non ha ancora ceduto alle lusinghe dei renziani. "Vai con la seconda domanda", scherza lui con i giornalisti che gli chiedono se abbia deciso di sciogliere la riserva. "Delrio può rappresentare valori e principi molto vicini a quelli di Renzi e molto vicini a un pezzo largo della sinistra italiana", lo incoraggia Emanuele Fiano. Ma per avere un nome ci vorrà del tempo, visto che l'assemblea Pd ha avviato una fase congressuale che si concluderà solamente nei primi mesi del 2019. "Qui sono tutti d'accordo nel non fare subito il congresso - attacca Roberto Giachetti -. Ho la sensazione che vogliano sapere prima capire chi vince il congresso e poi farlo". di Francesco Giovannetti

Grecia fuori dalla crisi, Tsipras mantiene la promessa: indossa la cravatta

video Alexis Tsipras festeggia la fine del memorandum tra la Grecia e i creditori internazionali, indossando per la prima volta una cravatta bordeaux, intervenendo davanti ai deputati della sua coalizione di governo. "Le promesse vanno mantenute, non posso evitarlo. È un po' scomoda, ma alla fine dovrò mettermi la cravatta" scherza il primo ministro ellenico. Tsipras aveva detto infatti, all'inizio del suo primo mandato da premier, che avrebbe messo la cravatta solo quando la Grecia avesse risolto il problema del debito. Nel corso degli anni, molti colleghi europei gli avevano regalato cravatte, tra cui Matteo Renzi. Alla fine Tsipras conclude il discorso togliendosi nuovamente la cravatta: "Ho mantenuto la promessa e l'ho indossata, ma in tutti questi anni ho dato battaglia senza indossare una cravatta". Video Facebook Alexis Tsipras

Scuola, il ministro Bussetti: ''Bonus cultura per i diciottenni? Positivo se incentiva il merito''

video "Ben venga qualsiasi iniziativa se si tratta di un incentivo per chi si impegna quotidianamente". A dirlo a ‘Circo Massimo’ - intervistato da Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto - è il nuovo ministro dell’Istruzione Marco Bussetti, in merito al bonus da 500 euro per i diciottenni voluto dall'ex premier Matteo Renzi e che il ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli vorrebbe abolire. Ai microfoni di Radio Capital, Bussetti fa sapere di non voler smantellare l'intero impianto della 'Buona scuola'. "L’alternanza scuola-lavoro - ha aggiunto il titolare del Miur - è stata per tanti aspetti un’esperienza positiva, andrebbe però migliorata permettendo anche un monte minimo di ore, oltre che uno massimo: deve essere un’opportunità, non un dovere".

Governo Conte, Renzi contro ministra Trenta: "La convocheremo al Copasir"

video “Voi oggi siete il potere, l’establishment, non avete più alibi”. A dirlo è Matteo Renzi nel corso del suo intervento al Senato, motivando il ‘No’ del Pd alla fiducia al governo guidato da Giuseppe Conte. “In questi 89 giorni di stallo politico, sottolinea Renzi, è cambiato il vocabolario: quello che nella passata legislatura era il governo dei non eletti, adesso è il governo dei cittadini. L’inciucio si deve chiamare contratto, il condono è diventato pace fiscale. Come primo atto – ha aggiunto l’ex premier - convocheremo la ministra della Difesa Elisabetta Trenta al Copasir per chiarire dei punti che lei conosce".

no titolo

article Per la Costituzione italiana “il Presidente della Repubblica nomina il Presidente del Consiglio dei ministri e, su proposta di questo, i ministri” (art. 92). Questa disposizione non attribuisce un...

di ALESSANDRO SOMMA