Rai, caos in commissione. Di Maio: "Secondo la Lega, su Foa c'era anche l'ok di Berlusconi"

video "Se in queste ore la Lega mi dice che il leader di un'altra forza politica è d'accordo su quel nome, ma poi i parlamentari esprimono un voto discorde, credo che questo rappresenti per noi un'attenuante". Così il vicepremier Luigi Di Maio ha sorpreso i senatori della commissione Lavori Pubblici in merito allo stop alla presidenza Rai di Marcello Foa da parte della commissione Vigilanza. "Quella di Di Maio è un'affermazione infondata e falsa", ha risposto Maurizio Gasparri, che insieme ai colleghi azzurri ha interrotto a più riprese il ministro durante la seduta. "Mi sono espresso male io - ha provato a correggere Di Maio. - Se in Vigilanza Rai ci sarà un'intesa intorno al nome di Foa, per me auspicabile, allora il nome di Foa tornerà in Commissione, senza intesa non lo farà". Un errore non averla cercata prima? Domanda a cui il ministro ha preferito non rispondere ma lasciando i giornalisti presenti con un'espressione del volto piuttosto eloquente Video di Francesco Giovannetti