Petizione anti fanghi Raccolte altre 200 firme

OSTELLATO. Altre duecento firme per dire no agli impianti di smaltimento fanghi. Le ha raccolte nei giorni scorsi il Coordinamento No Fanghi di Argenta, Ostellato e Portomaggiore, che ha intenzione di inoltrare al ministero una petizione «per chiedere l'interruzione della creazione di nuovi impianti, la drastica riduzione dei limiti delle sostanze nocive presenti nei ranghi, l'intensificazione dei controlli sugli impianti in essere».Il coordinamento si schiera al fianco del sindaco di Ostellato Elena Rossi, che «bene ha fatto ad emettere l'ordinanza di sospensione dell'attività di un'azienda che tratta i fanghi per salvaguardare la salute pubblica», e assicura che dal canto suo non abbasserà certamente la guardia: «Resta prioritario battersi perché questi fanghi, seppur trattati, non vengano utilizzati quali fertilizzanti per l'agricoltura o che vengano dispersi nell'ambiente impunemente». -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI