La Conferenza sanitaria vota Fabbri presidente Tosi (Fiscaglia) è il vice

Una votazione lampo. Alle 12.51 di ieri il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, è stato eletto presidente dalla prima Conferenza socio-sanitaria convocata dopo le elezioni amministrative di maggio-giugno, che hanno modificato la geografia politica della provincia. Il vice è Fabio Tosi, sindaco di Fiscaglia, ex Pd candidatosi come civico contro la candidata del centrosinistra, Sabina Mucchi. Una "pratica" sbrigata in tutta fretta all'inizio della riunione con la presidente della Provincia, Barbara Paron, ad aprire i lavori e a indire il voto. Che, con alzata di mano, ha promosso il "ticket" all'unanimità (e sembra che il sindaco di Portomaggiore si sia dato da fare per convincere qualche collega recalcitrante). Il nuovo vertice rompe in modo drastico col passato, quando la presidenza dell'organismo apparteneva allo stesso colore politico della maggioranza in Regione. La presidenza Fabbri è stata presentata all'assemblea dal primo cittadino di Cento, Toselli, una scelta che conferma la vicinanza politica delle due amministrazioni.Fabbri aveva subito manifestato dopo la sua elezione a sindaco l'intenzione di assumere la delega comunale alla sanità e la presidenza dell'organo che interviene sulle scelte locali in materia sanitaria. Il nuovo assetto politico provinciale gli dava la possibilità di vincere agevolmente un braccio di ferro politico, perché con la conquista di Ferrara la conferenza è potenzialmente retta da una maggioranza di centrodestra.«Il voto ha sancito una unità di intenti su un tema fondamentale per la nostra comunità», ha dichiarato Fabbri. Che ribadisce l'idea di aprire all'ex S. Anna un "punto codici bianchi": «Le condizioni ci sono, speriamo di arrivare allo scopo entro un anno». --Gi.Ca. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI