Scarseggia il seme per le vongole Il futuro è bio

GORO. Frenare la carenza di seme di vongole con prodotto realizzato in centri di riproduzione. A questa preoccupazione che da tre o quattro anni investe il settore della molluschicoltura di Goro, ha cercato di rispondere il convegno "La filiera dei molluschi bivalvi tra sicurezza alimentare e consumo sostenibile", organizzato in municipio da Assoittica.Il sindaco Diego Viviani ha sottolineato «l'importanza fondamentale degli allevamenti per il nostro territorio», caldeggiando la necessità di studi approfonditi «per capire cosa è successo a determinare un calo del seme». Giuseppe Palma, segretario generale di Assoittica, ha tracciato le linee guida del decreto ministeriale del 10 giugno, attraverso il quale, d'ora in poi gli allevatori saranno in grado di introdurre seme biologico, da cui a dicembre si otterrà la prima produzione di vongole veraci biologiche. Per Gennaro Scognamiglio (Unci Agroalimentare) «molti finanziamenti Feamp sono ancora alla porta per ritardi vari di natura burocratica» e lui stesso ha assicurato che sarà richiesto, a livello nazionale, un fondo assistenziale e una polizza multirischio per il settore. VIA IL LIMITEGianluca Vinci, vicepresidente della I commissione della Camera, ha illustrato il lavoro del tavolo tecnico approdato nell'adozione del decreto che, tra le altre cose, ha eliminato il limite dei 150 metri di distanza tra una concessione e l'altra negli allevamenti di vongole. «Vogliamo dimostrare che l'Italia non vuole più sottostare a limitazioni e a sanzioni dell'Europa», ha aggiunto Vinci. Il biologo Francesco Paesanti ha ricordato che «da 4 anni a questa parte sta scarseggiando il seme. Dobbiamo capire quali sono le azioni da adottare, per assicurare ai nostri figli le condizioni di sviluppo che abbiamo trovato noi nel 1986».Una nuova realtà, Naturedulis srl, con i suoi biologi svolge attività di ricerca continua e produce vongole veraci biologiche che sono la base per il progetto di filiera del prodotto biologico del consorzio Filiera di Gorino. Alcuni pescatori hanno esternato il timore che nel giro di 20-30 anni la vongola verace possa sparire, mentre Paesanti ha annunciato la volontà di reintrodurre il concorso "La vongola d'oro", la cui finalità è quella di far interagire il migliaio e più di allevatori di Goro e delle aree limitrofe e ripopolare le aree. --Katia Romagnoli BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI