Ortopedia in affanno All'ospedale di Argenta chiude la degenza

La carenza di ortopedici si trascina dietro la sospensione di un altro servizio dell'ospedale di Argenta. L'estate infatti strapperà al Mazzolani-Vandini, assieme all'attività ortopedico-traumatologica d'emergenza in sala operatoria, anche la degenza di ortopedia. In pratica ogni ricovero disposto per motivi ortopedici sarà indirizzato a Cona mentre lo specialista oggi in reparto sarà a disposizione di altri servizi dedicati allo stesso tipo di utenza. Le due funzioni (chirurgia d'emergenza e gestione della degenza) saranno prese in carico per questa estate dal Sant'Anna, in attesa che in autunno si possa ricostituire ad Argenta il nucleo minimo di specialisti che possa garantire il ripristino della gestione ortopedica ordinaria e d'emergenza. Il problema è legato alla partenza di due ortopedici che hanno scelto di proseguire l'attività professionale al Sant'Anna. Uno è già entrato nell'organico dell'azienda ospedaliera, il secondo si sposterà a Cona nei primi giorni di luglio, ma la sua uscita dal Mazzolani-Vandini è anticipata rispetto alla data dello "switch off". Con soli tre ortopedici in servizio (il quarto è in ferie) l'ospedale si è trovato nella necessità di organizzare i turni dovendo mantenere aperti la sala gessi (pronto soccorso) e gli ambulatori di Argenta, Copparo e Portomaggiore. / PAG. 26