Trasporti sanitari programmati affidati alla Cidas e al volontariato

Due lotti alla cooperativa Cidas e uno a un raggruppamento di associazioni di volontariato composto da Nico Soccorso, Associazione Pubblica Estense, Pubblica Assistenza Città di Portomaggiore e Voghiera Soccorso. Costerà quasi sei milioni di euro in tre anni l'affidamento del servizio di trasporto ordinario dei pazienti in ambulanza (da struttura sanitaria a struttura sanitaria) e del lotto relativo al trasporto dializzati. L'assegnazione segue a distanza di pochi giorni l'esito della gara indetta per la quota di trasporto sanitario d'emergenza riservato alle associazioni di volontariato e di promozione sociale, un appalto triennale del valore di 6.8 milioni di euro. Chi ha vintoL'ultima gara affidata ha visto prevalere la cooperativa Cidas per i lotti banditi da Asl e Sant'Anna e il gruppo delle associazioni di volontariato per il servizio disabili: il primo lotto (trasporti da strutture dell'Asl) è stato assegnato a un costo triennale di 4.751.871 euro (Iva compresa), il secondo (trasporti dal Sant'Anna) per un costo di 826.357 euro (Iva compresa), il terzo (dializzati/disabili) per 144.673 euro (Iva esente). La gara ha messo un punto fermo sulla gestione dei trasporti ordinari eseguiti in ambulanza dopo che nei mesi scorsi, con due procedure diverse, era stata regolata la parte relativa al trasporto di emergenza. In estate un primo lotto triennale era stato assegnato al volontariato registrato: Sant'Agostino Soccorso gestisce la postazione di Cento (massimo rimborso annuale previsto: 126mila euro), la Croce Rossa Italiana (Cri) ha avuto in affidamento le postazioni di Ferrara (via Marconi, via Verga-Vigili del fuoco, via Cisterna del Follo) con rimborsi massimi annuali previsti di 313mila euro, 156mila euro e 313mila euro. Chiuso un cicloLa seconda gara dell'emergenza, chiusa nelle scorse settimane, era diretta alle associazioni di volontariato e di promozione sociale. Le postazioni di Cento, Ferrara (via Verga), Comacchio, Lido Estensi e Lido Pomposa (queste ultime tre per il periodo estivo) sono andate a Comacchio Soccorso; una quota dei trasporti a Ferrara (via Marconi) e a Ferrara per le festività (Pasqua, Natale, Ferragosto, Capodanno) a Voghiera Soccorso.Il costo annuale massimo previsto è di circa 1.3 milioni, 4.1 per il triennio. Nessuna offerta era giunta per la postazione dedicata alle "emergenze non prevedibili" che fissava in 70 ore l'impegno annuo. Complessivamente i due appalti per il trasporto in emergenza sanitaria costeranno 6.8 milioni di euro in tre anni. A queste risorse vanno aggiunti, per i trasporti ordinari e per i disabili, altri 5.7 milioni, per un importo complessivo di oltre 12 milioni di euro. -Gi. Ca. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI