Assicurazione furti per i cittadini Il Comune si muove

CENTOAnche Cento pensa a come sostenere e tutelare con un'assicurazione collettiva chi è vittima di furti, truffe, scippi e rapine. Approvato dal consiglio giovedì sera l'odg "Assicurazione collettiva comunale per furti e rapine" presentato dal consigliere Marco Pettazzoni (Lega Nord). «Un'opportunità da cogliere, e da mettere a sistema nel piano sicurezza generale e di videosorveglianza di Cento» ha confermato in aula il vicesindaco Maccaferri. Da qui, l'impegno della giunta di replicare anche a Cento il progetto già operativo nei Comuni di Argenta, Ostellato e Portomaggiore, che prevede di stipulare attraverso l'azione del Comune, un'assicurazione collettiva che possa aiutare e indennizzare quei cittadini colpiti da furti, scippi e rapine. In base all'atto d'indirizzo approvato, due le possibilità per il Comune: «Istituire un fondo da cui attingere per cofinanziare i premi di assicurazione individuali, o andare con un bando a reperire un'offerta di polizza collettiva e dare la possibilità ai cittadini di aderirvi». Al voto, diviso il Gruppo di maggioranza Cento Civica-Idea in Comune. Astenuti tre consiglieri: Tassinari, Balboni e Fiocchi, come Malucelli (Onda Centese) dell'opposizione. Contrario invece Mattarelli. In risposta poi all'interrogazione del capogruppo di Libertà per Cento sul problema dell'accattonaggio, dell'abusivismo e contrasto della microcriminalità , il punto del sindaco Toselli sull'attività svolta dalla Polizia municipale nel corso del 2017. Sul fronte dell'accattonaggio, «31 i servizi svolti fino a fine di ottobre, di cui 5 in abiti borghesi», con 20 sanzioni per violazione alla norma del Regolamento di polizia urbana «sull'esercizio dell'accattonaggio molesto». Controlli poi nelle aree e parchi urbani (con una denuncia per di stupefacenti) e contro l'abbandono dei rifiuti urbani: elevate 37 sanzioni per violazione del Regolamento. Nell'ambito della sicurezza urbana e della prevenzione, 70 i servizi svolti nell'attività di Polizia di Prossimità nelle frazioni e nel centro storico. Per quanto riguarda i progetti, il sindaco Toselli ha spiegato come sia «completata a la progettazione per l'ampliamento del sistema di videosorveglianza urbana. Il progetto inviato alla Prefettura, prevede 25 telecamere, le prime ubicate nel capoluogo e Renazzo. Il sistema prevedrà la sottoscrizione di un protocollo di intesa in Prefettura col locale Comando compagnia carabinieri al fine di rendere possibile l'utilizzo delle telecamere direttamente anche da parte dei carabinieri».