Traffico in aumento Ponti Spagna chiede dissuasori di velocità

PONTI SPAGNAI cittadini di Ponti Spagna sono preoccupati, per le condizioni del traffico in paese. Al punto da avere "sollecitato" l'iniziativa presa dall'ex vicesindaco ed ex presidente della locale consulta, Giulio Poletti, di scrivere al municipio. In quanto, sottolinea Poletti, «l'abitato di Ponti Spagna è di fatto compreso in un tratto delimitato da due curve a monte ed a valle, in cui sono tra l'altro collocate due telecamere, parte integrante del sistema Targa System. Insieme a due semafori lampeggianti». La provinciale che taglia in due il paese è crocevia anche del transito di mezzi agricoli ed è attraversata da un passaggio a livello sulla linea Fer, Suzzara-Ferrara. Il fatto è che i veicoli transitano a Ponti Spagna «a velocità ben superiore ai 60 km orari. Nel giro di pochi mesi - aggiunge l'ex vicesindaco - la situazione del traffico nel tratto urbano di Ponti Spagna si è notevolmente deteriorata: a tale proposito la preoccupazione della gente è cresciuta». L'elenco degli incidenti avvenuto nel corso degli anni vicino Ponti Spagna, continua Poletti, «è molto lungo: voglio ricordare quelli mortali nella curva lato stazione ferroviaria; con fuoriuscite stradali. Se non si interverrà - dice - con le prime piogge e le gelate credo che tali eventi si potranno ripresentare con frequenza». C'è chi chiede l'installazione di un tutor. Tuttavia, «i rilevatori fissi non possono essere installati nei centri abitati e, nel caso specifico, esiste anche il problema di alcune intersezioni con altre strade, che rende più complessa questa ipotesi - precisa il comandante della polizia municipale dell'Alto Ferrarese, Stefano Ansaloni -. Siamo a conoscenza dei problemi che ci evidenziano i cittadini, che ringraziamo per il loro contributo sempre gradito, per fare le dovute valutazioni. Bisogna anche dire che i due semafori (per i quali il rosso scattava al sopraggiungere di un veicolo che viaggiava oltre il limite di velocità; ndr) sono stati posti sulla posizione lampeggiante, perché non sono "normati" dalle attuali regole della strada. Ci rendiamo conto, alla luce degli incidenti e degli episodi segnalati - continua Ansaloni - che un effetto deterrente questi semafori potevano averlo: sono in corso valutazioni sulla possibilità di rimetterli o meno in servizio, nel rispetto delle leggi». (m.p.)