Vantaggi nella vendita diretta per un settore in forte crisi

Il Mercato Contadino di Piazza Municipale a Ferrara, organizzato dalla Strada dei Vini e dei Sapori con la collaborazione di Confagricoltura, Cia e Coldiretti e la partecipazione delle aziende ad esse associate, è un bella realtà commerciale. Torna sul punto Confagricoltura Ferrara, per sottolineare che la situazione di criticità che sta colpendo la frutta estiva è riconducibile in particolare alle aziende che conferiscono la propria produzione alla grande distribuzione, come confermano anche Roberto Gennari e Evelino Viaro, che a Confagricoltura Ferrara sono associati. Il prezzo al campo spesso non copre i costi di produzione e molti agricoltori hanno smesso di raccogliere pesche, cocomeri e meloni o, peggio ancora, stanno abbattendo i pescheti. In una situazione così critica, un po' di ristoro proviene proprio dalla vendita diretta dei propri prodotti. «Quest'anno, complice il gran caldo, la nostra frutta è di ottima qualità - afferma Gennari - anche se di pezzatura più piccola, purtroppo riscontriamo tutti un calo nelle vendite dovuto a minor affluenza di clienti. Il caldo torrido costringe a casa i più, inoltre quest'anno più persone sono partite per le vacanze e in ultimo, ormai su Ferrara ci sono mercati contadini tutti i giorni. Sta andando molto bene il mercato del Lido delle Nazioni organizzato da Confagricoltura e Cia, con una clientela che viene per fare una vera spesa, dalla frutta alla verdura; addirittura alcuni villeggianti approfittano delle vacanze per fare passate o marmellate con i nostri prodotti». Di una flessione nelle vendite parla anche Evelino Viaro: «Io aspetto fine agosto, quando tutti rientreranno dalle vacanze; ho la fortuna di avere molti clienti affezionati che mi vengono a cercare perché sicuri di quanto mettono a tavola. Per fortuna sempre più persone sono attente alla salubrità e qualità organolettiche dei prodotti».