Anche la Berco si prepara allo sciopero generale

COPPARO Anche le maestranze della Berco aderenti alla Fiom Cgil e alla Uilm Uil si stanno preparando alla mobilitazione in vista dello sciopero generale del 12 dicembre. In questo senso nei giorni scorsi le componenti delle Rsu aderenti a questi due sindacati confederali hanno svolto assemblee informative nello stabilimento della maggiore industria metalmeccanica del Ferrarese. Come è noto, secondo le direttive nazionali, invece la Fim Cisl e l'Ugl non aderiscono a questo sciopero generale. Presso la Berco, a nome della Fiom e della Uilm è intervenuto il segretario provinciale della Uil, Massimo Zanirato, portando le motivazioni della grande manifestazione di protesta: il no in particolare alla riforma delle normative sul lavoro decise dal governo guidato da Matteo Renzi e approvata proprio i giorni scorsi, il cosiddetto Jobs Act. Un no netto da Fiom e Uilm anche alla Berco come nel resto della provincia viene naturalmente in particolare alla modifica dell'articolo 18 dello statuto dei lavoratori. Sulle modalità organizzative interviene brevemente Riccardo Gallottini, segretario provinciale della Uilm: «Stiamo svolgendo assemblee in tutte le aziende ferraresi - ha detto lo stesso Gallottini - e per quanto riguarda in particolare il nostro sindacato, martedì abbiamo convocato i nostri organi dirigenti provinciali oltre che locali. Si terrà probabilmente i prossimi giorni anche una conferenza stampa congiunta. Quanto alla manifestazione a Ferrara, si partirà da Piazza Poledrelli, poi il corteo si dirigerà in Piazza Castello, non lontano dal mercato del venerdì, per i discorsi e le iniziative di mobilitazione conclusive». Franco Corli ©RIPRODUZIONE RISERVATA