Goro, Brugnoli in assemblea civica rileva Mantovani

GORO Nell'ultima seduta del consiglio comunale sono state ratificate le dimissioni del consigliere Tonino Mantovani. Le motivazioni sono state illustrate dal sindaco Diego Viviani (che ha ringraziato Mantovani per il lavoro che ha svolto con costanza ed impegno all'interno del consiglio comunale) parlando di motivi personali che lo avrebbero indotto a dimettersi. Al suo posto, sui banchi della maggioranza consiliare, è subentrato Meris Brugnoli. Abbiamo incontrato Mantovani, che nella comunità gorese è persona di spicco, per le sue molteplici attività, al lavoro allo stand della Sagra della Vongola: dall'incontro con Mantovani è scaturita una chiacchierata franca, come si addice peraltro al personaggio. «Ultimamente si erano accavallati troppi impegni, il lavoro, il volontariato a diversi livelli - spiega -, e anche il Comune. A 65 anni mi sembra un po' troppo. E questo è stato anche il parere del medico, che mi ha consigliato di rallentare: il lavoro va bene, il volontariato anche, però a dosi meno stressanti. Così ho preso la sofferta decisione di dimettermi da consigliere comunale. Per me - prosegue Mantovani - è stato un grande dispiacere perché qui ho trovato amici, persone straordinarie che mi hanno insegnato tanto. Spero di tornare presto a collaborare con loro, tanto l'"etichetta" di consigliere comunale non credo sia determinante». Fin qui le motivazioni ufficiali e sicuramente importanti, però come spesso succede nei piccoli paesi si sa (spesso) tutto di tutti, e fra i motivi delle dimissioni (lui non conferma ma il sorriso è eloquente), oltre alla salute da tutelare, ci sarebbero state anche alcune delusioni patite negli ultimi tempi e dovuto forse a qualche atteggiamento di parte della popolazione nei suoi confronti, atteggiamenti che Mantovani evidentemente non ha gradito. (o.p.) ©RIPRODUZIONE RISERVATA