Il Giro delle mura una festa per 1200 podisti

FERRARA La corsa podistica "simbolo" di Ferrara ha fatto ancora il pienone con circa 1200 podisti al via che, giovedì, hanno sfidato la fanghiglia dell'anello dell'ippodromo reso pesante dalle copiose precipitazione del giorno prima. Il tradizionale "Giro delle mura estensi", conosciuto anche come la "primo maggio" per la data in cui si è sempre corsa, ha riscosso ancora una volta il successo che merita per la soddisfazione del gruppo organizzatore Ferrara che cammina. Le mura estensi, attraversate o costeggiate quasi interamente, compongono solo una delle particolarità di questa manifestazione che è sempre stata gradita sia dai forti atleti che dai moltissimi podisti occasionali e famiglie. Tantissimi i provenienti da fuori regione, Veneto in testa, e moltissimi i bambini. Il particolare non è sfuggito all'assessore allo sport Luciano Masieri, presente alle premiazioni insieme a Fausto Molinari, che ha sottolineato questo dato come incoraggiante per il futuro di questo sport. Per quanto riguarda la gara, oltre alla massiccia partecipazione da segnalare il livello tecnico molto alto: il maggiore degli ultimi anni. La gara maschile se l'è aggiudicata per la prima volta Andrea Zapparoli, poggese di atletica Bondeno che ha fermato il cronometro su 42'03", relegando un buon Massimo Tocchio, già vincitore di 2 edizioni, solamente al secondo posto. Terzo Massimiliano Bogdanich della Corradini Rubiera. Nessuna atleta ferrarese sul podio della gara femminile con la modenese Laura Ricci che porta a 5 le sue vittorie al "Giro delle mura", riscattandosi dal secondo posto ottenuto domenica a Mesola; alle sue spalle due atlete venete: seconda la padovana Laura Cavara già vincitrice della gara di San Giorgio e terza la veronese Stefania Disconzi che si è aggiudicata Vivicittà qualche settimana fa. Tra i gruppi è ancora la Quadrilatero a vincere davanti a Salcus e Corriferrara. Domani ci sarà un immancabile appuntamento podistico non competitivo con la "Camminata della solidarietà" trofeo Anffas con ritrovo presso il centro sociale il Parco di via canapa. Classifiche Mini mt. 800 - Cat. A: 1. Tommaso Pavani (Atl. Bondeno); 2. Alessio Longhi (Correre è bello); 3. Luca Raimondi (Cus Fe). Cat. B: 1. Ueda Iljazi (Salcus); 2. Carlotta Storari (Faro); 3. Giulia Martinelli (Folgore). Mini mt. 1600 - Cat. D: 1. Irene D'Iapico (Cus Fe); 2. Rossella Puller (Atl. Delta); 3. Hiba Faid (Argine Berra). Cat. F: 1. Silvia Puller (Atl. Delta); 2. Sabrina Ballerini (Running Comacchio). Cat. C: 1. Simone Massarenti (Atl. Delta); 2. Nicola Galliera (Atl. Bondeno); 3. Arif Iljazi (Salcus). Cat. E: 1. Jarine Hichame (Atl. Molinella); 2. Michele Zabini (Atl. Estense); 3. Andrea Tuffanelli (Atl. Estense). Allievi: 1. Vincenzo Messina (New Star); 2. Amin El Hamdoui (Quadrilatero). Allieve: 1. Hajar Faid (Argine Berra); 2. Cecilia Brina (Faro). Assoluti maschili: 1. Andrea Zapparoli (Atl. Bondeno) 42'03''; 2. Massimo Tocchio (Salcus) 42'42''; 3. Massimiliano Bogdanich (Corradini Rubiera) 43'01''; 4. Dario De Zardo (Atl. 85 Faenza) 43'22''; 5. Emanuele Catozzi (Atl. Delta) 43'30''; 6. Luca Gardellini (Gabbi) 43'44''; 7. Paolo Vitali (Salcus) 43'57''; 8. Nicolò Conti (Atl. Estense) 44'25''; 9, Mariano Bardare (Team Food) 44'36''; 10. Alberto Felloni (Cus Fe) 44'37''. Assoluti femminili: 1. Laura Ricci (Corradini Rubiera) 47'11''; 2. Laura Cavara (Atl. Città di Padova) 48'36''; 3. Stefania Disconzi (Monteforte) 52'23''. Cat. E: 1. Aniello Sarno (Corriferrara); 2. Stefano Baraldini (Fratellanza Modena); 3. Giuseppe Pinca (Santagata). Cat. F: 1. Rino Grassi (Correre è bello); 2. Orazio Masiero (Voltan). Cat. D: 1. Maurizia Patracchini (Invicta) 53'39''; 2. Sally Goldsmith (Mombocar) 54'07''; 3. Carla Faggin (Salcus) 59'45''.