Si sveglia con accanto la moglie e il padre morti per un malore

Prima si è accorto che la moglie, di 56 anni, nel letto accanto a lui, era morta nella notte, poi, dopo avere sentito la madre gridare nella camera accanto, ha capito come lo stesso fosse successo al padre ottantaquattrenne e infermo: un artigiano di Città della Pieve ha così dato l'allarme. Ora sui due decessi indagano i carabinieri che dopo avere escluso cause violente ipotizzano un malore per suocero e nuora. Che li potrebbe avere casualmente colpiti nel sonno, forse uno poco dopo l'altra. Cause naturali avvalorate anche dai rilievi eseguiti sul posto dal medico legale. La donna potrebbe essere morta per un infarto più o meno nello stesso orario del suocero. Indicazioni più precise sono comunque attese dalle autopsie in programma lunedì a Perugia. L'artigiano si è accorto che qualcosa non andava quando è suonata la sveglia. La moglie nel letto con lui non si muoveva e l'uomo si quindi reso conto che era morta. Subito dopo ha udito le grida della madre nella camera attigua. Qui ha trovato il padre morto.