Pd speranzoso: punta ai 15mila votanti

Il Pd allestirà 105 seggi per le primarie dell'8 dicembre: 32 in città e periferia, 73 nel resto della provincia. Il responsabile dell'organizzazione Luigi Vitellio calcola che saranno almeno 350 le persone impegnate: ai tre componenti di ogni seggio (presidente e due scrutatori) si aggiungeranno sicuramente dei collaboratori per snellire e smaltire il lavoro; un discorso che vale soprattutto per alcuni seggi molto impegnativi come il gazebo di piazza Castello dove vota quasi mezza città. L'affluenza. Un anno fa furono 29 mila i votanti: allora si votava per scegliere il candidato premier tra Bersani, Renzi, Vendola, Puppato e Tabacci) e adesso si vota per eleggere il segretario del Pd. È una votazione diversa - meno coinvolgente - e molto diverso è anche il clima nell'elettorato attivo del centrosinistra, che un anno fa immaginava di andare verso una grande vittoria alle elezioni politiche, mentre adesso è disilluso e preso da mille dubbi. Sono fattori che incideranno negativamente sull'affluenza. «Data la situazione - dice il segretario provinciale Paolo Calvano - da 15 mila votanti in su è un successo. In questi giorni sento crescere l'interesse e mi auguro che la partecipazione sia migliore delle aspettative». Le regole. Domenica 8 i seggi saranno aperti dalle 8 alle 20. Le primarie sono aperte: significa che può votare anche chi non è iscritto al Pd. Ma chi vota dovrà firmare l'albo degli elettori delle primarie. Al seggio bisogna presentarsi con carta d'identità e tessera elettorale più 2 euro per concorrere alle spese (per gli iscritti i 2 euro sono facoltativi). Si vota mettendo una croce sul nome di uno dei tre candidati, che sono Civati, Cuperlo e Renzi. 16 anni. Può votare anche chi ha compiuti 16 anni . In questi casi è però necessario registrarsi online sul sito www.primariepd2013.it entro le ore 12 di venerdì 6 dicembre (riceveranno una mail che indica in quale seggio votare); questa la regola generale che è stata ammorbidita dal Pd ferrarese: da noi i 16enni possono andare direttamente al seggio corrispondente alla residenza. fuori sede online opure in via frizzi si regstrnio l. stranieri vtano come federazione. Fuori sede e stranieri. Possono votare anche i cittadini stranieri in possesso di regolare permesso di soggiorno e i cittadini italiani che per ragioni di studio, lavoro o motivi personali non sono nel luogo abituale di residenza. I fuori sede debbono registrarsi sul sito primariepd2013.it ; gli stranieri, sempre sul sito internet, dovranno visitare la pagina "trovaseggio" per sapere dove votare (in città il seggio è il gazebo di piazza Castello). Oppure fuori sede e stranieri possono registrarsi e avere informazioni recandosi nella sede del Pd (via Frizzi 19) sempre entro le ore 12 di venerdì 6. Le ultime iniziative. Per Renzi: Tiziano Tagliani e Roberto Balzani, sindaci di Ferrara e Forlì, stasera alle 21 parleranno al "Centro dell'Olmo" a Portomaggiore (via Eppi . Domani ale 18 Renzi incontrerà tutti i comitati regionali dell'Emilia-Romagna a Bologna (Unipol Arena, Casalecchio di Reno) ; da Ferrara (parcheggio ex MOF, ore 17.30) e Copparo (piazzale ex Berco, ore 18.30) partiranno due pullman. Per Civati: giovedì 5 alle 21 al centro di promozione sociale l'Acquedotto (corso Isonzo) incontro con Davide Mattiello, membro della commissione giustizia e della commissione antimafia. Per Cuperlo: venerdì 6 cena in città con l'on Andrea De Maria; vari volantinaggi nei mercati.(m.p.)