Sindacati e dirigenza a confronto

COPPARO Si riapre il confronto tra sindacati e dirigenza della Berco in tema di produttività e organizzazione del lavoro. Questo è quanto emerso nel faccia a faccia tra le controparti svolto martedì in cui si parlato anche di fatturato dopo la chiusura dell'esercizio finanziario della grande azienda metalmeccanica. All'incontro hanno partecipato le segreterie provinciali di Fiom, Fim, Uilm e Ugl e il coordinamento delle Rsu di fabbrica: dall'altra parte del tavolo l'amministratore delegato Berco Lucia Morselli. Si è parlato inoltre anche dei futuri obiettivi produttivi. Così recita in merito una nota di sindacati: "l'amministratore delegato ha informato le organizzazioni sindacali che l'esercizio sociale 2012/13 ha chiuso con una produzione di 140mila tonnellate, un fatturato di 340 milioni di euro, e una perdita di 78 milioni di euro". "Comprensiva - dicono ancora i sindacati - del montante per gli incentivi ai lavoratori che usciranno dall'azienda entro aprile 2014". Le organizzazioni sindacali hanno fatto notare come "la situazione produttiva all'interno dei reparti sia molto carente sotto il punto di vista dell'organizzazione del lavoro e dell'efficienza degli impianti, e come in questi mesi, non si sia mai affrontato concretamente la riorganizzazione delle aree produttive". "Su sollecitazione delle organizzazioni sindacali, si è deciso un confronto con l'azienda e s'inizierà il 28 dalle lavorazioni a caldo. Il 2 dicembre si terranno le assemblee retribuite". Franco Corli