Dalla piatta Ferrara al faticoso saliscendi del giro del Resia

VAL VENOSTA (BZ) Diversi ferraresi hanno preso parte al Giro podistico del lago di Resia (Bolzano) in Val Venosta ai confini con Svizzera e Austria. La gara di 15,2 km ha avuto come ritrovo Curon Venosta, località famosa per essere stata completamente sommersa dalle acque del lago artificiale creato negli anni '50 dopo la costruzione della diga per unire il lago di Resia e il lago di Curon. Così, del vecchio centro abitato ne è rimasto visibile il solo campanile che si erige tuttora all'interno del lago. Il tracciato della gara è stato disegnato interamente sulla pista ciclabile che percorre il perimetro del lago, il più grande di tutto l'Alto Adige, e con diversi saliscendi è risultato essere abbastanza impegnativo per il continui cambi di ritmo. Fra gli oltre 3 mila partecipanti, in tanti pure dalle vicinissime Svizzera e Austria, il primo ferrarese arrivato al traguardo al 127° posto (26° di categoria) è stato Paolo Callegari con il tempo di 1h01'33". A seguire: Claudio Benini 1h17'04" (899°), Marzio Melloni 1h21'27" (1181°), Maurizio Piergentili 1h24'10" (1329°), Daniele Storari 1h25'19" (1382°) e Daniele Vassalli 1h55'14" (1794°). In campo femminile la prima portacolori estense all'arrivo è stata Susana Slobodova in 1h18'48" (142ª) seguita da Patrizia Perrone 1h23'15" (231ª), Cinzia Carlini 1h24'38" (260ª), Katerine Pignatti 1h32'10" (448ª), Angela Leonardi 1h37'16" (545ª), Roberta Montanari 1h45'30" (656ª), Federica Corazzari 1h51'22" (686ª). Ha preso parte invece alla non competitiva Elena Fusaroli. Gli atleti ferraresi erano in rappresentanza di Polisportiva Quadrilatero, Gruppo Podistico S.Bartolomeo in Bosco, Bompani Group Migliarino, Podistica Finale Emilia e Atletica Firenze Marathon.