Ferrarameeting, la maturità ripagata con un grande successo

FERRARA "Una Bellissima festa". Non è una discoteca, il bar della spiaggia, una piazza, bensì il campo scuola di Ferrara per il 18º Ferrarameeting. Maturità anagrafica, ma nella realtà la manifestazione di atletica organizzata da Atletica Estense con il supporto del GGG e del locale C.P. Fidal è una certezza del panorama atletica interregionale già dagli inizi nel lontano 1996. 300 atleti, molti provenienti da città lontane, con la tribuna e il parterre gremiti non solo di parenti e amici, ma di appassionati di sport che per le tre ore del programma hanno sostenuto tutti i protagonisti. Apertura per disco maschile, asta e alto femminili con performance nella media regionale. È il saluto dei dirigenti dell'Avis Ferrara, main sponsor della manifestazione e presente in forze a promuovere le fondamentali attività con informative e gadgets, a dare il via ufficiale a Ferrarameeting 2013. Corse "protagoniste" di questa edizione: il giovane modenese Simone Pettenati corre i 200 metri in 21"93, nella stessa serie (delle otto previste) bene Oliviero Carlini (Atletica Estense) quinto globale in 22"42. Nello sprint femminile Amy Fabè Dia (Coin Venezia) con 24"76 sfiora per 8 centesimi il record del meeting e, nelle serie successive, bella prova per Miriana Baldin (C.A. Copparo, 26"40) e ottimi progressi per il duo sprint del Cus Ferrara composto da Alice Bizzarri e Sara Govoni (rispettivamente 26"66 e 26"90). Prima del mezzofondo è l'urlo liberatorio di Marco Dodoni (C.S. Forestale) dalla pedana del peso, vero "aficionado" di Ferrarameeting, a regalaree al pubblico un 18,14 metri, il secondo miglior lancio in Italia quest'anno, per dedicarsi poi con gli altri pesisti ai giovani diversamente abili dell'associazione Terra Ferma, anche loro coperti di applausi dal pubblico. Agonismo e sensibilità per i "giganti" della specialità, passione per lo sport per i ragazzi di Terra Ferma. Giulia Guarino (Locorotondo BA) e Sabine Soblo Bay (F. Francia) sgomitano per la vittoria negli 800 metri, ne esce un risultato (2'12"42 per la pugliese) di assoluto livello nazionale. Le imitano Marco Pettenazzo (Atl. Città di Padova) e Riccardo Tamassia (Fratellanza Modena) nei 1500 maschili, fanno il vuoto allo sparo e chiudono appaiati con la vittoria al padovano in 3'51", con Nicolò Conti (Atl. Estense) che "sfrutta" le scie degli inseguitori per arrivare al record personale. Nella prima delle due serie dei 3000 femminili il ritmo è subito rapido e l'alternanza in testa è continua; la spunta la modenese Giulia Mattioli con 10'09", ma quasi tutte fanno macerie di record personali. Bravissima nella seconda serie Claudia Sgarbanti (Atl. Estense), con gara di testa imita le altre migliorandosi di quasi un minuto e inserendosi tra le migliori nella graduatoria complessiva. Ancora sorrisi per la società organizzatrice, che vince la staffetta 4x100 femminile (Zabini, Artioli, Tarchiani, Bonazzi) migliorando il tempo stagionale. 51 i partenti nei 3000 maschili, nella serie con i migliori accrediti solo il forlivese Raiti nega la vittoria ad Andrea Zapparoli (Atl. Bondeno), tre secondi il divario, ma ottime prestazione per entrambi: 8'47" a 8'50". Quando lo speaker congeda il pubblico, sono passate tre intensissime ore di sport, di agonismo e di promozione sociale, che hanno viaggiato insieme. Il feedback lo danno gli atleti e il pubblico, che passa a ringraziare lo staff di Atletica Estense per il primo aspetto e quello di Avis Ferrara per aver creduto nell'atletica per veicolare ancor più il messaggio.