Una boxe da guinness Duran e la 24 ore sul ring

Una giornata piuttosto mite ha accompagnato i quasi 40 partecipanti alla seconda tappa del Bretagna, che si è disputata sul campo di Argenta. I vincitori, in ordine di categoria, sono stati Nicola Canetto e Giuseppe Alberti per la prima; Michele Rossi e Roberto Ravaglia per la seconda, Delves Coatti e Daniele Mietto per la terza. Premi speciali per Guido Leoni, Paola Di Giusto e Sauro Parmiggiani. Successivamente si è giocata la settima edizione della gara Agip by Flavio Francesconi, formula greensome con buoni benzina in premio ai vincitori. Altri 50 giocatori si sono contesi la posta in gioco, con la coppia Fuschini-Saielli che si è guadagnata la prima posizione a discapito di Pasqualini-Coatti. Terzo posto e premio lordo rispettivamente per Tabanelli-Ravaglia e Farinella-Finotti. (dan.car.) FERRARA Una boxe da guinness. Ventiquattro ore ininterrotte di incontri. È l'ambizioso ed inedito progetto di Massimiliano Duran e della Pugilistica Padana, che già da qualche mese stanno lavorando all'evento. Un'intera giornata di match: dal 12 al 13 luglio. Scenario i giardini del grattacielo. "Location" non casuale, in quanto la manifestazione andrebbe ad inserirsi nel più ampio progetto di rivitalizzazione dell'area cittadina. Ed è certo che proporre questa sorta di "boxe day" non potrà che calamitare l'attenzione generale. Perché in Italia una proposta simile non c'è mai stata e anche all'estero pare che - finora - nessuno abbia mai tentato l'azzardo. Ecco, dunque, la possibilità che la giornata ferrarese possa finire nel Guinness world record. Il libro dei primati. «L'idea mi frullava in testa da tanto tempo - racconta Massimiliano Duran -: potrebbe venire fuori qualcosa di indimenticabile. L'area del grattacielo non è stata scelta a caso: una sorta di pugilato contro droga e violenza». La macchina organizzativa è già in moto e la Padana ha raccolto consensi ed adesioni da boxeur e circoli di tutta la penisola. «E verranno gratis - precisa Duran -: offriamo soltanto l'ospitalità». I numeri sono imponenti, "rotondi". Danno l'idea di cosa sta nascendo a bordo ring: si prevedono circa 110 incontri per coprire le ventiquattro ore, con almeno 220 pugili impegnati. Ai quali vanno aggiunti un'ottantina tra tecnici ed arbitri. Se non è roba da guinness... A Porto Garibaldi Intanto, nell'immediato, la Pugilistica Padana organizza per questa sera (dalle 21 in poi) una riunione dilettantistica a Porto Garibaldi. Nei pressi della sagra in corso sul porto canale. I boxeur della società estense sfideranno pugili di Padova. Sette gli incontri che i Duran (Momo e Alessandro) hanno messo in cartellone. Un antipasto in vista della kermesse di metà luglio. (m.na.) ©RIPRODUZIONE RISERVATA