Turismo: bisogna lavorare in squadra

LIDO ESTENSI Il consigliere del Pdl Antonio di Munno presenterà interrogazione al sindaco. «Durante l'incontro promosso da "Comacchio è Turismo", con la partecipazione dell'assessore al Turismo Sergio Provasi, è emerso che l'amministrazione comunale ha fatto decorrere i termini per la presentazione di progetti, che avrebbero potuto di accedere a fondi pubblici che finanziavano circa l'80% delle opere, in particolare piste ciclabili. Ciò premesso, chiedo di approfondire la tematica, indicando gli estremi del bando, e la motivazione della mancata partecipazione del Comune di Comacchio». LIDO ESTENSI Durante l'affollato incontro che si è svolto giovedì sera all'Hotel Logonovo del Lido degli Estensi, alla presenza di numerosi operatori locali, sono state gettate le basi per un lavoro di squadra, che punti alla valorizzazione e promozione del territorio attraverso la multisettorialità, dal turismo, al commercio, all'agricoltura, passando per il ciclo-naturalismo. All'incontro, promosso dal movimento "Comacchio è turismo", ha partecipato tra gli altri l'assessore alle attività produttive e al turismo, Sergio Provasi che, prendendo spunto dal progetto del marchio unico, illustrato da Adriano Ricchi D'Andrea, direttore del camping "Spina", ha sottolineato «l'importanza di vendere un brand che racchiuda l'identità dell'intero territorio», confermando disponibilità piena a portare avanti i progetti che lo qualificano. Entusiasta per la notevole partecipazione, Ted Tomasi, presidente del movimento "Comacchio è Turismo" si dice certo che il progetto "Pista Ciclabile 7Lidi" illustrato dall'architetto Elena Marinelli potrà decollare con i bandi di finanziamento europeo che si affacceranno con l'anno nuovo. Alberto Lealini, componente del Comitato esecutivo della comunità del Parco del Delta del Po, ha illustrato il progetto Motor, promosso dall'amministrazione provinciale e, insieme all'architetto Marinelli, ha spiegato quello relativo alla segnaletica per le piste ciclabili, che è già a buon punto. Si è parlato anche di «un progetto di collegamento a 4 ruote - ha sottolineato Ted Tomasi - per rendere più capillare il raccordo tra i lidi ed entro gennaio ci si riaggiornerà». Il presidente di Delta 2000 Lorenzo Marchesini ha parlato del ruolo svolto da questo Gruppo di azione locale nel Basso Ferrarese, mentre la direttrice Angela Nazzaruolo, ha compiuto una carrellata dei bandi di natura privata (per il settore agro-alimentare a km zero) e di quelli ad evidenza pubblica. «E' stata un'occasione significativa per informare le imprese sull'opportunità di attingere a bandi di finanziamento - ha detto Tomasi - che in un momento di crisi non fanno male e in più abbiamo creato sotto gruppi di lavoro e ciascuno si prenderà a cuore un progetto da seguire». «C'è la convinzione di far parte di una squadra con operatori interessati a portare avanti progetti per lo sviluppo del territorio», ha sottolineato Mauro Balestra di Cna Turismo. «Un momento d'incontro importante per Comacchio», ha concluso Tomasi ringraziando tutti gli imprenditori, ma anche cittadini, che sono intervenuti. «Gli incontri andranno avanti, il turismo in questa zona deve decollare in modo».